Non drammatizza troppo il tecnico della Spal Leonardo Semplici dopo la sfida di Coppa Italia contro il Milan che ha visto i biancazzurri uscire dalla manifestazione. Netta la superiorità tecnica e di motivazioni della formazione rossonera che, dopo il successo per 3-0, andrà a sfidare il Torino nei quarti di finale. Secondo Semplici la Spal era in una situazione di forte emergenza e non ha snobbato la competizione. Si giocava contro una squadra più forte e con un entusiasmo molto diverso. La Spal ha sbagliato diverse cose, il primo tempo non è stato uno dei migliori della stagione e si sono concesse troppe palle gol.

A giudizio di Semplici quando lo si fa contro una squadra come il Milan si viene puniti. Anche se il tecnico una volta sotto di due reti nell'intervallo ha cercato di dare una scossa, cercare di far vedere qualcosa di diverso.

La partita contro il Milan comunque dà anche segnali positivi in vista del futuro per il tecnico visto che la gara potrà anche essere d'insegnamento. "Sapevamo - spiega Semplici - che per passare il turno ci sarebbe servita un'impresa ma noi non siamo stati capaci di farla.

Da questi errori dobbiamo solo imparare e migliorare”.

La testa di tutti è già rivolta al posticipo di lunedì sera a Bergamo contro l'Atalanta

Il pensiero del tecnico biancazzurro adesso non può che essere rivolto al campionato: il prossimo impegno sarà la sfida all'Atalanta lunedì sera in posticipo a Bergamo.

Il mister invita i suoi a guardare avanti e a togliersi di dosso tutta la negatività che c'è stata fino a questo momento.

Tra problematiche varie, infortuni e rigori sbagliati di difficoltà ce ne sono state alla Spal. E per puntare alla salvezza servirà un girone di ritorno profondamente diverso rispetto all'andata con un approccio alle gare più positivo.

Buon esordio di Dabo, timori per l'infortunio alla caviglia di Tomovic, bene Tunjov

Nel girone di ritorno ci sarà anche un Dabo in più al suo esordio a San Siro: “Era da tempo che non giocava – commenta Semplici – volevo tenerlo in campo perché occorre dargli il più ampio possibile minutaggio.

La sua prestazione io la reputo più che sufficiente, il ragazzo si era sempre allenato nella maniera migliore ma ovviamente un conto sono le sedute e un altro le partite vere. Starà a noi metterlo in tempo brevissimo nelle condizioni ideali per fare bene”.

Timori per l'infortunio di Tomovic per il quale si teme una distorsione alla caviglia. La speranza in casa biancazzurra è quella di non perdere il giocatore troppo a lungo.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Nota positiva dal giovane Tunjov, lanciato in campo a sorpresa da mister Semplici. Mentre Mirko Valdifiori, ha avuto una reazione allergica e di conseguenza non ha potuto essere della partita.

Segui la nostra pagina Facebook!