L'Inter, pur non essendo stata travolgente, ha ottenuto un ottimo risultato nei sedicesimi di Europa League. La squadra di Antonio Conte potrà stare ora più tranquilla in vista del match di ritorno a San Siro. I gol di Lukaku ed Eriksen hanno suggellato il 2-0 finale e spianato la strada ai nerazzurri verso gli ottavi di finale della competizione europea.

Christian Eriksen ha siglato il suo primo gol in nerazzurro. Nel post-partita, Antonio Conte ha risposto anche ad alcune domande sul danese, oltre ad analizzare l'andamento della gara e il comportamento sul campo dei suoi calciatori.

"Eriksen deve ancora migliorare", è stata una delle affermazioni del tecnico nerazzurro sul fuoriclasse ex Tottenham.

Le parole di Antonio Conte dopo la vittoria contro il Ludogorets

Antonio Conte come al solito, sollecitato dai cronisti, tocca diversi temi e fornisce interessanti spunti, sulla gara e non solo. Il tecnico dell'Inter parla della partita contro il Ludogorets e sostanzialmente evidenzia una gara dai due volti. "Il primo tempo i ritmi sono stati bassissimi e ci siamo adeguati troppo", questa sostanzialmente è stata l'analisi di Conte sull'andamento della partita valida per i sedicesimi di Europa League.

Poi ha analizzato il miglior approccio tattico e l'innalzamento del ritmo nel secondo tempo. Il tecnico leccese, sollecitato dai giornalisti sul passaggio alla difesa a 4 nella seconda parte di gara, ha sostenuto: "Proviamo soluzioni a partita in corso, per avere più alternative".

Ad Antonio Conte è stato chiesto della prestazione del danese Christian Eriksen e del suo primo gol in maglia nerazzurra e questa è stata la sua risposta: "Ha bisogno di lavorare, penso che possa fare molto meglio di quello visto oggi".

L'allenatore interista ha poi sostenuto di augurarsi di rivedere il calciatore che era stato determinante nelle partite disputate in Premier League.

Conte ha analizzato anche quello che potrà essere il percorso della squadra nerazzurra nella competizione europea e non si è nascosto dietro alle difficoltà che l'Europa League può comportare, sia per quel che concerne un dispendio di energie fisiche che mentali.

Ha sostenuto che farà ricorso al turnover: "Effettueremo le rotazioni", ma anche che questa competizione sarà da lui sfruttata per dare spazio a coloro che giocano meno e spera che possano approfittarne per metterlo in difficoltà sulle scelte.

Antonio Conte ha risposto anche ad alcune domande riguardanti Samir Handanovic e il suo pieno recupero, rinnovando la sua fiducia e quella della squadra a Daniele Padelli: "Nel momento in cui Handanovic sarà pronto riprenderà il suo posto".

Segui la nostra pagina Facebook!