In Coppa Italia è tutto un altro Napoli: la squadra azzurra vince a San Siro contro l'Inter con un gran goal di Fabian Ruiz nella ripresa. Gattuso porta a casa una vittoria importante che proietta il suo Napoli verso la finale di Coppa Italia. Per la certezza aritmetica bisognerà però aspettare il ritorno al San Paolo il 5 marzo, dove la squadra di Conte cercherà la solita rimonta da Pazza Inter.

Napoli solido e compatto e l'Inter non sfonda

Il modulo schierato da Rino Gattuso è efficace per bloccare le manovre di attacco dell'Inter che tenta di fare gioco senza mai trovare la profondità per le due punte Lukaku e Lautaro Martinez.

Il primo tempo rimane dunque molto bloccato e dai livelli non altissimi. Unica occasione importante arriva nel recupero, ed è marchiata Napoli: in una ripartenza veloce Mertens innesca Zielinski il cui tiro però viene respinto da Padelli, sulla ribattuta del portiere nerazzurro De Vrij la tocca con la mano ma Calvarese, dopo un check con il Var, giudica l'Intervento involontario. Si va al riposo sullo 0-0. Nel secondo tempo l'Inter riparte più aggressiva e sfrutta la velocità sulla fascia di D'Ambrosio entrato al posto di Skriniar.

Ma al minuto 12 è il Napoli a passare in vantaggio: azione lunga degli azzurri che ripartono dalla loro metà campo e innescano Fabian Ruiz che dal limite dell'area pennella un sinistro perfetto sul quale Padelli non può arrivare. La partita si sblocca e l'Inter accusa il colpo. Conte cerca una risposta dalla panchina e chiama in campo Eriksen e Sanchez schierando così il tridente d'attacco Lukaku-Martinez-Sanchez, ma non basta.

I nerazzurri non sfondano e perdono in casa la semifinale d'andata. A Conte non resta che l'ennesima rimonta al San Paolo tra meno di un mese.

Dov'è finito il vero Sensi?

Quella di ieri sera contro il Napoli doveva essere l'occasione del riscatto per Stefano Sensi. Ma il centrocampista azzurro ex-Sassuolo è apparso ancora poco brillante dopo l'infortunio che dal 6 ottobre, dalla gara contro la Juventus, lo ha messo k.o per diversi mesi e dal quale non si è ancora ripreso.

Stefano è stata la sorpresa più grande della prima parte della stagione dell'Inter: 3 goal nelle prime sette partite e un’intesa eccellente con il suo mister. In più c'era stata anche l'ottima prestazione a Barcellona in Champions. Con l'infortunio di ottobre è iniziato il suo calvario. Tornato disponibile nella ripresa del campionato dopo la sosta natalizia, ha avuto un nuovo problema al polpaccio ed è rimasto in panchina anche nel derby. Quella col Napoli doveva essere la partita del riscatto, ma per tutto il primo tempo è apparso poco lucido e impreciso. Il suo destino sembra quasi segnato ad essere il vice di Christian Eriksen.

Novità video - Coppa Italia, Milan e Juve si preparano alla sfida d'andata
Clicca per vedere

Tensione sulla panchina dell'Inter, Conte è una furia

In una partita delicata e dalla posta in gioco molto alta come quella tra Napoli e Inter non sono mancate le polemiche e le tensioni a bordo campo. Alcune decisioni arbitrali di Calvarese hanno scatenato le polemiche e la furia dei tifosi interisti oltre che della panchina nerazzurra. Il tecnico leccese si è arrabbiato a fine partita ed è stato ripreso dalle telecamere mentre pronunciava un improprio contro l'arbitro. Conte non è nuovo ad arrabbiature contro il direttore di gara. Le polemiche sono scoppiate anche nella gara contro l'Udinese e quella in casa contro il Cagliari dopo l'espulsione a fine partita di Lautaro Martinez.

Segui la nostra pagina Facebook!