La Juventus la prossima stagione ripartirà dal centrocampista francese Blaise Matuidi. La società bianconera ha deciso di esercitare l'opzione presente sul contratto del nazionale francese prolungando il suo contratto (in scadenza a giugno 2021) di un'altra stagione. Un attestato di stima evidente da parte della Juventus per uno dei pochi centrocampisti della rosa bianconera in grado di garantire quantità ed inserimenti. Di recente il giocatore bianconero è stato intervistato dal noto giornale francese 'Le Figaro' ed ha parlato di Juventus ma anche dell'adattamento suo e della sua famiglia a Torino.

In merito alle ambizioni dei bianconeri in questa stagione ha dichiarato "giochiamo per vincere tutte le partite, questa è la regola qui". Sulla sfida degli ottavi di finale di Champions League contro il Lione, ha sottolineato come la squadra di Rudi Garcia, nonostante sia in difficoltà nel campionato francese, è formata da giocatori di buon livello e quindi va rispettata. Sul suo connazionale Rabiot (arrivato in estate dal Paris Saint Germain) ha dichiarato che ha scelto la Juventus per fare un passo ulteriore per la sua crescita professionale, rimarcando come sia molto umile ed un gran lavoratore.

'Quando sto meno bene miei difetti sono più visibili, alla Juve respiri vittoria'

Blaise Matuidi si è poi soffermato sul suo attuale stato di forma dichiarando "ho avuto alti e bassi. Devo lavorare per trovare il mio livello migliore ed essere più regolare. Ci vuole lavoro". Ha poi sottolineato il fatto che in questa fase non è al massimo e proprio per questo i suoi difetti sono molto più visibili.

Ha poi rimarcato l'importanza di un'alimentazione sana soprattutto per il lavoro che svolge, sottolineando come non abbia uno chef in quanto sua moglie cucina molto bene. A volte capita anche di concedersi un pasto alternativo, soprattutto quando i suoi bambini vogliono andare al McDonald's. Ha parlato poi dell'esempio per eccellenza, Cristiano Ronaldo, che ogni giorni inevitabilmente ti motiva a fare sempre meglio.

Sulla sua esperienza in bianconero ha poi dichiarato "alla Juve, mangi, dormi, ti svegli pensando alla vittoria", grazie a questo è cresciuto molto dal punto di vista professionale ed umano.

Matuidi e la nazionale francese

Si è poi soffermato sulla esperienza di vita a Torino, sottolineando "Mi piacciono molte cose. Andiamo spesso nei parchi a passeggiare con la famiglia e ci godiamo anche le montagne". Fra l'altro i suoi bambini si sono integrati molto bene e già sono avanti rispetto al papà nella conoscenza della lingua italiana. Non è mancato poi il riferimento alla nazionale, confermando come aveva inizialmente pensato di abbandonare la sua esperienza con la Francia dopo il successo mondiale a Russia 2018.

Invece sarà presente anche ad Euro 2020, solo dopo valuterà se continuare o meno con la rappresentativa francese.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!