Nei giorni scorsi si è molto discusso circa l'eventualità di rinviare il campionato europeo di calcio previsto per quest'anno a causa della pandemia che sta attanagliando diversi Paesi dell'Europa e del resto del mondo. In queste ore è giunta la comunicazione ufficiale da parte dell'Uefa che ha annunciato lo slittamento della competizione al 2021.

Al termine di una videoconferenza tra i 55 rappresentanti delle varie federazioni nazionali e di club, e delle leghe, è stata presa di comune accordo la decisione di spostare Euro 2020 all'anno prossimo a causa dell'emergenza sanitaria mondiale. Dunque, l'Uefa ha rivisto le sue posizioni iniziali, che fino ad una settimana fa prevedevano una conferma della competizione per questa stagione calcistica.

Sono state anticipate anche le nuove date della manifestazione sportiva: si partirà l'11 giugno 2021 da Roma, mentre l'ultimo appuntamento sarà l'11 luglio a Londra. In linea di massima, ci si è attenuti alla collocazione già prevista per il 2020 (12 giugno-12 luglio).

Il format del campionato europeo resterà invariato: dunque per la prima volta sarà itinerante e coinvolgerà vari Paesi e città, tra le quali è presente anche Roma.

Il comunicato ufficiale dell'Uefa

L'Uefa ha ufficializzato la sua decisione con il seguente comunicato: "La salute di tutte le componenti coinvolte nel calcio è la priorità, così come evitare di caricare con una pressione non necessaria i sistemi sanitari delle singole nazioni.

Lo spostamento aiuterà tutte le competizioni nazionali, sospese per l'emergenza Covid-19, a terminare".

Nella parte conclusiva del testo, si legge anche che è stata costituita una commissione di leghe e club per confrontarsi e stabilire quali soluzioni adottare per far sì che tutti i tornei possano regolarmente concludersi durante la stagione in corso.

In sintesi, i vertici del calcio europeo hanno preferito dare la priorità alle competizioni nazionali (Serie A, Liga, Premier League, Bundesliga, ecc...) e a quelle internazionali fra club, ovvero Champions ed Europa League. A tal proposito, però, al momento non sono state ancora indicate le nuove date che sanciranno la ripresa delle varie manifestazioni calcistiche e la relativa conclusione.

Rinviata anche la Copa America

La Conmebol (Confederazione Sudamericana di calcio) - sposando di fatto la linea seguita dall'Uefa - ha deciso di rinviare di un anno, dunque al 2021, lo svolgimento della Copa America organizzata congiuntamente da Argentina e Colombia. Di conseguenza il Brasile, nazionale detentrice del titolo, dovrà difenderlo dall'11 giugno all'11 luglio 2021.

Il virus che in queste settimane sta attanagliando tutto il mondo ha, di fatto, bloccato anche il calcio internazionale. Si tratta comunque di una presa di posizione inevitabile, poiché in questa fase la priorità va data alla tutela della salute pubblica, con l'intento di fermare l'epidemia globale.

Segui la nostra pagina Facebook!