La Jupiler Pro League comunica propone di chiudere in anticipo il campionato belga e assegnare il titolo al Club Brugge. La proposta dei vertici della lega arriva in considerazione dell'emergenza causata dal coronavirus e l'avanzare della pandemia, che non consentirebbero la ripresa delle partite in tempi ragionevoli e per questo motivo la classifica finale sarebbe quella attuale al momento dello stop.

Nel comunicato diramato a tutte i club della Jupiler Pro League, si legge: "il Consiglio di amministrazione ha formulato un parere unanime all'Assemblea Generale al fine di non riprendere le competizioni della stagione 19-20 e di accettare l'attuale classificazione della Jupiler Pro League come classificazione finale (fatte salve le decisioni della Commissione delle licenze)".

La decisione non è stata presa solo per una questione sportiva, ma anche per salvaguardare la salute dei calciatori: "Una ripresa della competizione non potrebbe escludere i rischi per la salute dei giocatori, dei dipendenti e di tutti coloro che sono coinvolti nell'organizzazione delle partite e nel mantenimento dell'ordine". La decisione deve essere comunque ratificata ufficialmente il 15 aprile dall'assemblea generale dei club.

Il Club Brugge vincerebbe così la Jupiler Pro League

Il Club Brugge vincerebbe il campionato belga per la sedicesima volta nella sua storia dopo solo due anni dall'ultimo successo nella stagione 2017-2018. La squadra di Bruges, allenata da Philippe Clement, in 29 giornate giocate ha conquistato 70 punti perdendo 1 sola partita.

Inoltre Il Club Brugge vanta anche la miglior difesa del campionato con 14 gol subiti e il secondo miglior attacco grazie ai 13 gol dell'attaccante Hans Vanaken e ai 14 assist del centrocampista Ruud Vormer. Il Gent, secondo in classifica con 55 punti, è distante ben 15 punti dalla vetta. Più staccati sono il Charleroi, terzo con 54 punti e l'Anversa, quarto con 53 punti.

La situazione in Italia

La proposta della Jupiler Pro League può essere presa in considerazione dalle altre federazioni europee, tra cui anche quella italiana. Nel nostro campionato i dirigenti cercano di trovare una soluzione che possa accontentare tutti. Alcune società, fra cui Napoli e Lazio, vogliono portare a termine la stagione.

Altri club, fra cui Inter e Juventus, preferiscono annullare il campionato. Sono tante le ipotesi al vaglio dei vertici federali, ma per ora le certezze sono poche. Per ora i club del massimo campionato calcistico sono più orientati al taglio stipendi per evitare crisi economiche future.

Segui la nostra pagina Facebook!