La Juventus è stata la prima società ad effettuare un taglio di stipendi importante voluto dai giocatori. Grazie alla mediazione di capitan Giorgio Chiellini, i bianconeri hanno permesso di risparmiare circa 90 milioni di euro per via della rinuncia delle mensilità di marzo, aprile, maggio e giugno. Un'azione fondamentale ai fini di bilancio. Se dovesse essere confermata l'interruzione anticipata della stagione, infatti, la Juventus potrebbe perdere circa 110 milioni per mancati di ricavi su diritti televisivi, sponsorizzazioni e vendita biglietti. Tanti addetti ai lavori hanno elogiato la Juventus ed i giocatori bianconeri, considerati un esempio per tutti, visto il momento di difficoltà dal punto di vista economico che tutta l'Europa sta vivendo.

Non mancano però coloro che criticano la scelta della società e dei giocatori. Uno di questi è il giornalista Paolo Ziliani che su Twitter ha punzecchiato la Juventus sottolineando, a suo parere, che è stata solo una mossa finanziaria per alleggerire il bilancio di giugno 2020.

'Tutti a lodarlo ma Agnelli ha pensato solo a sé'

Il giornalista Paolo Ziliani, su Twitter, ha postato una dichiarazione polemica nei confronti della Juventus: "Tutti a lodarlo, ma Agnelli ha pensato solo a sè. I calciatori rinunceranno solo a 1,5 stipendi e 2,5 li riceveranno dopo il 30 giugno". Secondo il giornalista, infatti, questa scelta societaria serve per ripulire il bilancio, inoltre per Ziliani resta una decisione sbagliata in quanto servirebbero tagli maggiori.

Attualmente non ci sono aggiornamenti in merito alla possibilità di concludere la stagione 2019-2020. In Italia si è arrivati, forse, al picco dei contagi ed è probabile che sia vicina la fase di decrescita. Quello che sembra certo è che il Governo prorogherà di altri giorni la possibilità di ripresa delle attività lavorative in fabbriche e l'apertura delle attività commerciali.

Date queste probabili decisioni, potrebbe essere prorogata anche la ripresa degli allenamenti delle società professionistiche, magari a maggio.

Come è noto, Lazio e Napoli premono per una ripresa del campionato così come la Juventus non si opporrebbe in quanto permetterebbe di recuperare introiti da diritti televisivi e sponsorizzazioni.

Le critiche alla Juventus

Il giornalista Ziliani non è stato il solo a criticare la Juventus e i suoi giocatori. Di recente, anche Pistocchi ed Alvino hanno ironizzato soprattutto su un articolo di Damascelli che definiva Cristiano Ronaldo "Re Mida'. Il portoghese, come è noto, ha rinunciato a 10 milioni di euro del suo stipendio. Una somma importante che al portoghese però sembrerebbe non pesare eccessivamente.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!