L'ex tecnico del Milan e commissario tecnico della nazionale italiana Arrigo Sacchi è stato intervistato dal 'Corriere dello Sport'. Tanti gli argomenti affrontati, fra questi la corsa scudetto ma anche il contributo della Juventus per il calcio italiano. Sacchi ha dichiarato: "Se il campionato dovesse fermarsi, non dovrebbe essere assegnato a nessuno". Ha poi espresso il suo parere sul duello fra Juventus e Lazio, sottolineando come i fattori che potrebbero incidere sono entusiasmo, buon senso e perseveranza. Da questo punto di vista, secondo Sacchi, entusiasmo e perseveranza appartengono alla squadra allenata da Simone Inzaghi.

L'ex ct ha poi aggiunto: "La differenza però può farla la Juventus, società dal gran carattere che si fortifica e passa fra le generazioni fortificandosi".

'La Juventus si è accontentata della storia nazionale'

Arrigo Sacchi ha lanciato una stoccata alla Juventus in merito al suo apporto al calcio italiano. Ha infatti dichiarato: "La Juventus si è accontentata alla storia nazionale pensando solo al potere economico". Secondo l'ex commissario tecnico dell'Italia infatti, proprio quest'attenzione alle finanze ha portato i bianconeri a contribuire meno alla crescita del sistema calcio italiano a livello europeo.

'Se la curva dei contagi non sale, si deve ripartire'

Non è mancato evidentemente il riferimento all'emergenza sanitaria che sta riguardando l'Italia e gran parte dell'Europa.

Arrigo Sacchi ha dichiarato: "Se la curva dei contagi non sale, si deve ripartire". L'ex ct si è detto ottimista per un'immediata ripresa del campionato augurandosi che la gente possa tornare allo stadio già da settembre. Sacchi ha però voluto ammonire gran parte degli addetti ai lavori e degli appassionati di calcio, dichiarando: "Dobbiamo essere pronti a riconsiderare il calcio la più importante delle cose meno importanti".

Arrigo Sacchi sulla situazione attuale del Milan

Sacchi ha espresso il suo parere sul Milan, società a cui l'ex tecnico è particolarmente legato avendo trionfato con la società milanese a livello nazionale ed europeo. In merito all'addio di Boban, si è detto dispiaciuto in quanto lo considera un uomo intelligente.

Si è poi soffermato anche sulla posizione dirigenziale di Maldini con la società di Elliott. Secondo le ultime indiscrezioni di mercato di alcuni media sportivi, l'ex capitano e bandiera del Milan sarebbe vicino anche lui (come Boban) all'addio. Sacchi ha dichiarato che spera che Maldini possa rimanere, ma ha anche utilizzato una citazione di Shakespeare per rimarcare l'importanza della dignità, dichiarando: "Se perdi la dignità sarai un miserabile per tutta la vita".

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!