Edinson Cavani, Timo Werner, Alexandre Lacazette e Pierre-Emerick Aubameyang, ma alla fine spunta Adolfo Gaich. L'Inter sembra intenzionata a puntare su un (altro) giovane astro nascente argentino per sostituire Lautaro Martinez, qualora dovesse trovare l'accordo con il Barcellona per la cessione del suo centravanti numero 10. Dunque l'erede del "Toro" potrebbe essere un fuoriclasse in divenire e non un campione già affermato o in rampa di lancio (Werner). L'operazione Gaich non si preannuncia nemmeno così complicata, tenendo conto dell'apertura che in queste ore è arrivata dal San Lorenzo, società che detiene il cartellino dell'attaccante 21enne.

Diego Delledonne, dirigente del San Lorenzo, intervistato da FcInterNews ha affermato con chiarezza che l'intenzione del club è quella di vendere Adolfo Gaich nella prossima sessione di mercato. A tal proposito, ha ricordato che il contratto attualmente in essere tra il giovane calciatore e la squadra di Almagro prevede il versamento di una clausola rescissoria da 15 milioni di dollari per lasciarlo partire. Su questo punto, però, il manager ha sottolineato che la società del presidente Marcelo Tinelli non sarà intransigente, poiché il prezzo prefissato è "totalmente negoziabile".

L'Inter - e soprattutto il vicepresidente Javier Zanetti - già da qualche tempo sta seguendo le prestazioni di Gaich.

Questi, nonostante la giovane età e un palmarès che non vanta ancora grandi successi, è stato paragonato per caratteristiche tecniche e modalità di gioco a nomi altisonanti quali Lewandowski e Ibrahimovic.

Gaich può essere l'erede di Lautaro, intanto è braccio di ferro col Barcellona

Interrogato su eventuali contatti tra Inter e San Lorenzo per Gaich, Delledonne si è limitato a rispondere che i nerazzurri possono contare sugli ottimi rapporti che intercorrono tra Zanetti e il presidente del San Lorenzo.

Invece, per quanto riguarda un'eventuale trattativa per la cessione del centravanti di Cordoba, ha spiegato che il club è disposto a venderlo ma non ad accettare la formula del prestito. Quando gli è stato chiesto se il talento argentino è già pronto per misurarsi con il grande calcio europeo, Delledonne ha affermato che l'atleta ha le doti tecniche e l'età giusta per imporsi in qualsiasi top club del Vecchio Continente.

Ovviamente, se davvero Adolfo Gaich è stato individuato dall'Inter come sostituto di Lautaro Martinez, la trattativa col San Lorenzo dovrebbe decollare solo dopo la partenza del "Toro" verso la Catalogna. In questa fase, nonostante dalla Spagna si continui a parlare di un forte pressing del Barcellona sulla società milanese, sembra che tra le parti sia in corso una sorta di braccio di ferro, con i lombardi che continuerebbero a ribadire di non essere disposti ad applicare sconti sulla clausola rescissoria da 111 milioni di euro.

Il Barça, avendo già un accordo di massima con Lautaro (si parla di un ingaggio di circa 12 milioni di euro all'anno) starebbe pressando l'Inter affinché accetti le sue proposte.

L'ultima si baserebbe su 90 milioni di euro più il cartellino di uno a scelta tra Junior Firpo e Arthur. Inoltre, intorno alla trattativa circolerebbero ancora i nomi di Arturo Vidal e Rakitic. Ma i dirigenti nerazzurri sotto questo aspetto starebbero facendo "orecchie da mercante", continuando a ribadire che senza il pagamento dei 111 milioni di euro il centravanti argentino non si muoverà da Milano.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!