L'assenza di Gonzalo Higuain nelle due partite di Coppa Italia ha evidentemente pesato per i bianconeri, non avendo un punto di riferimento in avanti. Non è un caso infatti che la Juventus sia contro il Milan che contro il Napoli non abbia realizzato neanche un gol. Proprio nel post partita della finale contro il Napoli l'ex capitano della Juventus Alessandro Del Piero aveva sottolineato come sarebbe stato utile in quella situazione d'emergenza la presenza in rosa di un giocatore come Mandzukic. Una sottile critica quella mossa dall'ex riferimento bianconero alla dirigenza della Juventus, che in qualche modo è sembrata anche un po' irriconoscente nei confronti della punta croata per il trattamento riservatole.

Quest'ultimo si è speso molto per la maglia bianconera diventando nei cinque anni di esperienza a Torino un esempio di carattere ed attaccamento alla maglia. Ancora adesso infatti si discute la modalità con cui il croato è stato messo alla porta dalla Juventus. A svelare un presunto retroscena è stato il sito sportivo Calciomercato.com, secondo il quale sarebbe stato Maurizio Sarri a essere decisivo per la cessione della punta croata all'Al-Duhail.

Sarri avrebbe invitato la Juventus a cedere Mario Mandzukic

La cessione di Mario Mandzukic all'Al-Duhail sarebbe stata voluta da Maurizio Sarri. A rivelarlo è calciomercato.com che ha sottolineato come il rapporto fra il tecnico toscano e il croato si sarebbe deteriorato ulteriormente con la scelta di Sarri di mettere fuori rosa la punta.

Come è noto infatti, dopo che Mandzukic aveva rifiutato la cessione in Inghilterra (lo voleva il Manchester United) durante lo scorso calciomercato estivo, la Juventus lo ha messo fuori rosa per poi cederlo a gennaio all'Al-Duhail per circa 5 milioni di euro. I 6 mesi passati ad allenarsi in disparte sono sembrati una sorta di punizione che società e tecnico hanno inflitto al croato per la scelta di rifiutare le destinazioni proposte durante il mercato estivo.

Il futuro di Mario Mandzukic

Intanto il croato starebbe pensando di lasciare il Qatar per tornare in un campionato più competitivo. L'ostacolo principale sarebbe rappresentato dall'ingaggio che attualmente percepisce, circa 6,5 milioni di euro. Ci sarebbero due società che sarebbero interessate al giocatore, su tutte Atletico Madrid e Bayern Monaco.

Difficilmente però entrambe le società gli garantirebbero somme del genere, per questo il croato dovrà accettare una riduzione dello stipendio per poter tornare di nuovo in Europa.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!