Oggi 10 luglio sono andati in scena i sorteggi di Champions League e la Juventus ha saputo quale sarà il suo percorso europeo, anche se prima bisognerà battere il Lione. Infatti, se la squadra di Sarri dovesse eliminare i francesi, poi ai quarti di finale incontrerebbe la vincente della sfida tra il Real Madrid e il Manchester City. Qualora la Juventus dovesse superare anche i quarti di finale della Champions League in semifinale, i bianconeri affronteranno una tra Barcellona, Napoli, Chelsea o Bayern Monaco. Dunque, sarà un percorso non proprio agevole per la Vecchia Signora, anche se la prospettiva di poter affrontare le migliori squadre del panorama europeo potrebbe dare grandi motivazioni a Cristiano Ronaldo e compagni.

La Juventus giocherà in casa la sfida contro il Lione

La Juventus, prima di pensare al percorso dei quarti e delle semifinali di Champions League, dovrà pensare al Lione. Infatti, la squadra di Sarri deve ancora giocare la gara di ritorno degli ottavi contro i francesi. Perciò la concentrazione della Juventus dovrà essere rivolta innanzitutto alla gara contro il Lione che si disputerà il 7 o 8 agosto.

Proprio, nei giorni scorsi, l'Uefa ha annunciato che le squadre che ancora devono giocare il ritorno degli ottavi lo faranno nei rispettivi stadi. Dunque, i bianconeri giocheranno all'Allianz Stadium.

Anche se per la Juventus non è ancora il momento di pensare alla Champions League. Infatti, la squadra di Sarri è attualmente concentrata solo sul campionato.

Parla Chiellini

Durante la cerimonia dei sorteggi di Champions League è intervenuto anche Giorgio Chiellini. Il capitano della Juventus era collegato in streaming e ha parlato soprattutto di come ha affrontato il lockdown: "Non è stato così facile rimanere in forma durante la quarantena. Specialmente per i giocatori più 'anziani' come me".

Il numero 3 juventino ha anche spiegato che durante il lockdown si svegliava presto alla mattina e per lui iniziava il vero allenamento, ovvero stare dietro a sua figlia. Per Chiellini la quarantena ha avuto anche un lato positivo visto che ha potuto passare più tempo insieme alla sua famiglia. Negli ultimi vent'anni, il capitano della Juventus è infatti sempre stato molto impegnato e dunque il lockdown gli ha permesso di passare un po' di tempo con i suoi cari.

Chiellini ha anche confidato di essere molto felice di aver ripreso a giocare e che la volontà dei bianconeri è quella di arrivare fra le prime quattro in Champions League: "Non vediamo l'ora di arrivare a Lisbona, ma abbiamo un altro obiettivo prima in Italia e poi ovviamente conto il Lione".