La Juventus il 18 settembre approverà ufficialmente il bilancio d'esercizio. Il Sole 24 Ore si è soffermato in particolar modo sui debiti finanziari netti che la società bianconera certificherà su tale bilancio. Secondo il giornalista Gianni Dragoni, potrebbero essere di 385 milioni di euro. Una somma che arriverebbe dai dati contenuti nella relazione semestrale della Exor, società che controlla il 63,77% della Juventus. Questi dati riguardano però il 30 giugno, quindi i debiti finanziari potrebbero discostarsi (anche se non di molto) da quelli ipotizzati dal noto quotidiano economico.

Il bilancio d'esercizio al 18 settembre potrebbe certificare 385 milioni di debiti

Tale somma è inferiore rispetto a quella registrata a giugno 2019 (debiti per 484 milioni) ma in quell'occasione la Juventus aveva a bilancio anche l'acquisto di Cristiano Ronaldo. Il portoghese infatti venne acquistato dalla società bianconera nell'estate 2018 per circa 100 milioni di euro. Il dato rilevante, secondo il Sole 24 Ore, è che i debiti sono cresciuti nel primo semestre del 2020. Il monte ingaggi sicuramente è una delle cause ha portato all'incremento dei debiti finanziari netti.

La Juventus lavora alla riduzione del monte ingaggi

La Juventus si appresta ad affrontare un bilancio d'esercizio al 18 settembre con un debito finanziario corposo.

Una situazione evidentemente aggravata dalla crisi economica che si è abbattuta nel mondo del calcio, coinvolgendo in primo piano le società che hanno più spese. Una delle principali spese che la Juventus registra è il monte ingaggi, per questo il direttore sportivo Fabio Paratici prosegue nella sua politica di mercato basata sulla cessione dei giocatori over 30 dall'ingaggio pesante.

A breve dovrebbe essere ufficializzata la rescissione consensuale di Gonzalo Higuain (ingaggio lordo annuale di 15 milioni di euro), poi potrebbe toccare anche a Sami Khedira. Di certo la scelta di congelare gli stipendi del mese di marzo ha evidentemente migliorato il debito finanziario, portando ad un risparmio di 90 milioni di euro.

Le possibili cessioni

Non solo Higuain e Khedira. La Juventus starebbe lavorando ad altre importanti cessioni. Partenze che potrebbero portare benefici dal punto di vista della disponibilità economica ma anche un risparmio sul monte ingaggi. Giocatori come Douglas Costa, Aaron Ramsey e Bernardeschi costano di ingaggio lordo a stagione più di 30 milioni di euro totali. Da qui la scelta della società bianconera di ringiovanire la rosa puntando su giocatori con più motivazione ma anche con stipendi evidentemente più bassi. L'acquisto di McKennie, la fiducia a Pellegrini, Demiral ed il possibile ritorno di Kean ne sono la dimostrazione.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!