La Juventus durante il calciomercato estivo ha regalato ai propri tifosi un acquisto inaspettato. Dallo Schalke 04 è arrivato il centrocampista Weston Mckennie. Prestito oneroso con diritto di riscatto per un totale di 25 milioni il costo del nazionale americano, che già dalla prima giornata di campionato ha messo in evidenza una grande capacità di recupero palloni. Il classe 1998 in America si è distinto anche per la sua battaglia contro il razzismo. Da afroamericano infatti ha deciso di sposare un progetto contro la discriminazione razziale in collaborazione con la Juventus. In questi giorni ha infatti pubblicato un video di sensibilizzazione in cui ha raccontato la sua esperienza.

Il centrocampista ha infatti dichiarato che a inizio stagione è stato bersagliato da alcuni tifosi con dei versi di scimmia. Ha poi aggiunto: "In estate sono tornato a casa a Dallas e avevo paura di guidare di notte". Il timore del centrocampista è che i poliziotti potessero fermarlo per un controllo. Ancora impresso infatti il ricordo di George Floyd, afro-americano ucciso dopo le percosse da parte della polizia americana.

La lotta di Mckennie contro il razzismo

Weston Mckennie ha poi parlato della sua nazione, sottolineando che rappresenta un Paese (da giocatore della nazionale americana) che non lo accetta solo per il colore della pelle. Ha poi aggiunto che la fascia di capitano per lui rappresenta una responsabilità non indifferente.

Come dichiarato da Mckennie, non è mancato il sostegno nei suoi riguardi ma anche tanto odio razziale. Per questo il suo impegno è stato ed è non solo rappresentare sportivamente una nazione ma anche sensibilizzare verso il rispetto degli altri. Ha infatti dichiarato: "Non censurerò la mia opinione solo perché le persone pensano che dovrei limitarmi a giocare a calcio".

Come raccontato nel video, il centrocampista della Juventus punta a essere anche un grande esempio come uomo. Un messaggio, come dicevamo, sposato dalla Juventus e dallo sponsor ufficiale della società bianconera Adidas.

La carriera di Mckennie

Nonostante la giovane età (è un classe 1998), Weston Mckennie vanta già una discreta esperienza non solo a livello europeo ma anche con la nazionale degli Stati Uniti d'America.

Cresciuto nel Dallas, nel 2016 si è trasferito allo Schalke 04 giocando nella società tedesca fino alla scorsa stagione. In estate il trasferimento alla Juventus. In nazionale invece ha esordito nel 2017, fino ad adesso ha giocato 19 partite e segnato 6 gol. Protagonista anche nella Gold Cup con la sua nazionale nel 2019 dove ha conquistato una medaglia d'argento. A livello di club non è riuscito a vincere nessuna competizione e spera di iniziare ovviamente già da questa stagione con la Juventus.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!