La punta della Juventus Cristiano Ronaldo continua a raggiungere record importanti. L'ultimo è arrivato con la maglia della nazionale portoghese. Il gol realizzato contro l'Andorra è stato il numero 746 della sua carriera, attualmente è il quarto marcatore di sempre della storia del calcio. Grazie alla realizzazione con la nazionale lusitana è riuscito a raggiungere Puskas ed attualmente dista 59 gol dal primo marcatore di tutti tempi, Josef Bican. Sull'argomento è stato intervistato dalla Gazzetta dello Sport l'ex preparatore atletico di Cristiano Ronaldo al Manchester United, Mick Glegg.

Quest'ultimo si è detto convinto che il portoghese possa raggiungere e superare il primo posto dell'austriaco Bican nella prestigiosa classifica dei marcatori della storia del calcio.

Glegg ha dichiarato: "Può giocare fino a 41 anni". Ha infatti portato l'esempio di Ryan Giggs, l'attuale ct del Galles si è ritirato dal calcio a 40 anni. Secondo il preparatore atletico, l'unico giocatore che è stato in grado di superare gli standard altissimi di Giggs è proprio Cristiano Ronaldo.

Mick Glegg su Cristiano Ronaldo

L'ex preparatore di Cristiano Ronaldo ai tempi della militanza del portoghese al Manchester United, si è soffermato sui motivi per cui il portoghese rimarrà ancora per diversi anni su livelli importanti nel calcio. Ha infatti dichiarato: "Il suo segreto? Si allena tanto, cura il recupero e il sonno, ha un cuoco, sa come evitare lo stress". Questi particolari, secondo Glegg, fanno la differenza, anche se il pericolo infortuni riguarda tutti i calciatori.

Per Glegg, Cristiano Ronaldo potrà magari cambiare posizione in campo fra un po' di tempo (come fece Giggs, che da ala si trasformò in centrocampista centrale al Manchester United) ma rimarrà al top perché " ha un’ossessione: essere il migliore di sempre". Per diventare tale punterà evidentemente a superare Bican.

La stagione di Cristiano Ronaldo

Un inizio di stagione importante per Cristiano Ronaldo, non solo in nazionale ma anche alla Juventus. Nonostante sia stato costretto a saltare i match contro Crotone ed Hellas Verona in campionato e contro la Dinamo Kiev ed il Barcellona in Champions League a causa della positività al coronavirus, vanta già statistiche importanti in termini di gol.

Solo in Serie A, fino ad adesso, in quattro partite disputate, ha segnato 6 gol. In Champions League, invece, non è ancora finito nel tabellino dei marcatori in quanto l'unico match disputato è stato contro il Ferencvaros. Indipendentemente dai gol, la presenza di Cristiano Ronaldo in squadra è fondamentale anche dal punto di vista della leadership. Nell'unica sconfitta fin qui subita dalla Juventus in questo inizio stagione (contro il Barcellona), mancava proprio il portoghese.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Cristiano Ronaldo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!