Il 3-0 rifilato allo Spezia ha solo attutito i malumori in casa Juventus. A criticare in maniera decisa i bianconeri negli ultimi giorni sono stati anche alcuni addetti ai lavori, su tutti l'ex tecnico del Milan e Commissario tecnico della nazionale italiana Arrigo Sacchi. Quest'ultimo ha lanciato una critica pesante, soprattutto nei confronti del gruppo storico presente nella rosa juventina.

Secondo l'ex tecnico, infatti, i 'senatori' bianconeri non avrebbero aiutato i giovani arrivati lo scorso Calciomercato estivo a integrarsi, allo stesso tempo non avrebbero trasmesso loro la mentalità vincente che ha sempre contraddistinto la Juventus.

La Juventus deve ritrovare la motivazione

Nell'editoriale sulla Gazzetta dello Sport, Arrigo Sacchi non ha risparmiato delle critiche alla Juventus. Bersaglio dell'ex tecnico sono i senatori, ha infatti dichiarato: "I giovani arrivati in estate mi sembrano un po’ confusi, mi sa che hanno trovato un gruppo che sta tradendo la storia del glorioso club".

Secondo Sacchi quindi il problema attuale della Juventus è la motivazione alla vittoria, che la squadra sembra aver smarrito in questa stagione. Di conseguenza ha voluto discolpare Pirlo in quanto la mentalità dipende soprattutto dai giocatori: "Nove anni di successi richiedono uno sforzo mentale e professionale che potrebbe giustificare comportamenti più soft".

Lo stesso Sacchi ha aggiunto che solo il tempo dirà se questa è una fase momentanea per la Juventus o se, invece, sarà necessario lavorare dalla prossima stagione nuovamente sulla mentalità e sulla motivazione.

Il recupero degli infortunati da parte della Juventus

La Juventus nelle ultime settimane ha deluso le aspettative dei tifosi ma anche di molti addetti ai lavori.

Complici le tante assenze dovute agli infortuni, la squadra di Pirlo sta facendo fatica in Champions League e in campionato. La sconfitta per 2-1 contro il Porto in Champions League, ma anche il deludente pareggio in campionato contro l'Hellas Verona, hanno mostrato una squadra in difficoltà dal punto di vista del gioco. Sarà quindi necessario ritrovare continuità di prestazioni e di risultati.

Tutto passa anche dal recupero degli infortunati. Già dal match contro il Porto nell'ottavo di ritorno di Champions League il tecnico Andrea Pirlo potrebbe avere a disposizione nuovamente Bonucci, Cuadrado, Chiellini e Arthur Melo. Con l'assenza di Bentancur, positivo al coronavirus, il recupero del brasiliano diventa molto importante.