La Juventus dalla prossima stagione potrebbe decidere di cambiare tecnico. Per la maggior parte degli addetti ai lavori sembra difficile ipotizzare la conferma di Pirlo, anche in considerazione dei pochi miglioramenti della squadra nel tempo. L'uscita dalla Champions League contro il Porto ma soprattutto la disfatta in campionato contro il Benevento (ed il pareggio contro il Torino) sembrano aver convinto la società bianconera verso un cambio di allenatore. Fra l'altro dopo il pareggio di campionato contro il Torino il presidente Agnelli ha incontrato Allegri a Forte dei Marmi, alimentando ulteriori voci su un possibile ritorno del livornese alla Juventus.

Intanto sull'argomento si è espresso il giornalista sportivo Mario Sconcerti nel suo consueto editoriale sul Corriere della Sera. Pur riconoscendo grandi qualità come tecnico a Pirlo, il giornalista ha invitato l'attuale tecnico bianconero ad imparare con più umiltà il mestiere dell'allenatore. Sconcerti si è detto convinto quindi che la Juventus la prossima stagione si affiderà ad un nuovo tecnico. Ha infatti dichiarato: "La Juventus ritornerà ad essere competitiva dalla prossima stagione senza Pirlo". Ha poi aggiunto: "Il tecnico deve avere l'umiltà di partire dal basso".

Mario Sconcerti su Andrea Pirlo

il giornalista sportivo Mario Sconcerti ha analizzato la situazione attuale della Juventus, reduce da risultati deludenti in campionato.

Ha infatti dichiarato: "Gli errori della Juventus sono evidenti. Impossibile non sapere dove intervenire". Sconcerti ha poi aggiunto che Pirlo è un ottimo tecnico ma "deve imparare un mestiere che non è solo tattica ma anche rapporti con gli altri". Di conseguenza per Sconcerti è difficile ipotizzare la conferma di Pirlo la prossima stagione.

Intanto, come già anticipato ad inizio articolo, arrivano diverse conferme da parte dei giornali sportivi su un possibile ritorno di Allegri sulla panchina della Juventus.

Allegri potrebbe sostituire Pirlo sulla panchina della Juventus

Il mese di aprile ci dirà molto della stagione della Juventus e indirettamente, del futuro professionale di Andrea Pirlo. La squadra bianconera si gioca la qualificazione alla prossima Champions League.

In caso di risultati deludenti, non è da scartare la possibilità di un esonero immediato di Pirlo già a stagione in corso. Troppo importante infatti per la Juventus qualificarsi per la prossima Champions League per motivi sportivi e di bilancio. Non disputare la massima competizione europea significa perdere potenzialmente molti introiti. Si è parlato anche di una possibile promozione di Tudor a traghettatore fino a fine stagione. Non è da scartare la possibilità che Allegri possa già subentrare già ad aprile in caso di esonero di Pirlo.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!