A fine stagione Paulo Dybala lascerà la Juventus a parametro zero, il giocatore infatti non prolungherà la propria intesa contrattuale con la società bianconera dopo sette stagioni di militanza in bianconero. L'argentino è seguito da diverse società: in Italia si parla di un interesse dell'Inter, con Marotta che ne è un grande estimatore dopo averlo acquistato dal Palermo nel 2015 quando era dirigente della Juventus.

Negli ultimi giorni però si sarebbe aggiunta un'altra società interessata all'ingaggio di Paulo Dybala. Si tratta del Borussia Dortmund, che durante il Calciomercato estivo potrebbe vendere Erling Haaland.

In estate infatti si attiverà la clausola rescissoria sul contratto del norvegese da 75 milioni di euro, con il giocatore che potrebbe trasferirsi al Manchester City. Ai tedeschi servirà quindi un sostituto di qualità ed esso potrebbe essere proprio Dybala, anche se difficilmente la società tedesca potrà garantirgli un ingaggio da circa 7 milioni di euro a stagione.

Paulo Dybala potrebbe trasferirsi al Borussia Dortmund a giugno

Secondo le ultime indiscrezioni di mercato il Borussia Dortmund potrebbe valutare di sostituire Erling Halaand con Paulo Dybala. L'argentino piace alla società tedesca, anche se il suo ingaggio non agevola un eventuale trasferimento. Il Borussia Dortmund vorrebbe offrirgli uno stipendio da circa 4,5 milioni di euro netti a stagione, ossia poco più della metà rispetto a quello che guadagna attualmente alla Juve.

Per questo pare più probabile che la "Joya" possa trasferirsi all'Inter, specie nel caso in cui il club nerazzurro dovesse presentare un'offerta d'ingaggio di almeno 7 milioni di euro a stagione.

La Juventus pensa al dopo Dybala

La Juventus intanto è al lavoro per trovare un sostituto dell'argentino. A tal riguardo sono diversi i giocatori seguiti dalla società bianconera, piacciono ad esempio Nicolò Zaniolo della Roma e Giacomo Raspadori del Sassuolo.

Il primo ha una valutazione di mercato di circa 40 milioni di euro, il secondo invece di circa 30 milioni di euro. La società emiliana potrebbe accettare il trasferimento del suo giocatore a Torino con una modalità di pagamento vantaggiosa per i bianconeri. In entrambi i casi non è escluso che la Juventus possa valutare di inserire delle contropartite tecniche per abbassare le pretese cash delle società titolari dei cartellini dei due giocatori.