Il cammino in campionato della Juventus di Massimiliano Allegri si chiuderà all'Artemio Franchi contro la Fiorentina di Vincenzo Italiano, che si gioca le ultime speranze per raggiungere la qualificazione in Europa.

La probabile formazione della Juventus

I bianconeri hanno poco da chiedere al campionato, visto la matematica qualificazione alla prossima Champions League come quarti in classifica. Per quanto concerne la possibile formazione, Allegri potrebbe risparmiare qualche big e varare un compatto 3-5-2: Perin in porta (con Pinsoglio pronto a subentrare); difesa a tre formata da De Ligt, Bonucci e capitan Chiellini, che dopo il saluto dello Stadium, è pronto all'ultima battaglia con i colori bianconeri; a centrocampo, confermatissimo il giovane Miretti, affiancato ai lati da Rabiot e Locatelli, mentre sulle corsie serrati i ballottaggi tra Bernardeschi e Cuadrado, e tra Alex Sandro e Pellegrini, con i primi in leggero vantaggio.

Infine, in attacco spazio al tandem formato da Kean e Dybala, che gioca così l'ultima partita con la maglia della Vecchia Signora, dopo le lacrime della scorsa settimana dopo la sfida interna contro la Lazio. Dovrebbero invece partire dalla panchina Dusan Vlahovic, grande ex del match, e Alvaro Morata che potrebbe lasciare Torino a fine stagione, infatti il riscatto del giocatore spagnolo è in bilico e la sua permanenza potrebbe non essere così scontata.

Infine, torna tra i convocati Weston Mckennie che potrebbe giocare uno spezzone dopo tre mesi di assenza.

La formazione viola, 4-3-3 per Italiano: conferma per Cabral

Dopo lo scivolone contro la Sampdoria, la Fiorentina di Vincenzo Italiano vuole rialzare la testa e conquistare tre punti fondamentali per l'Europa.

Il tecnico viola è pronto a confermare il suo collaudato 4-3-3: Terracciano tra i pali; retroguardia a quattro formata da Odriozola (in vantaggio su Venuti), Milenkovic, Igor e capitan Biraghi. A centrocampo spazio a Torreira, coadiuvato da Bonaventura e Duncan, mentre in attacco è confermatissimo Arthur Cabral (con Piatek pronto a subentrare), sostenuto ai lati da Ikonè e Nico Gonzalez, uomo in più della Fiorentina, con due reti siglate nelle ultime due partite.

Allegri presenta il match

Ai microfoni di JTV, il tecnico bianconero Massimiliano Allegri ha presentato il match dell'Artemio: "Andremo tutti a Firenze e sarà una bella partita. Potrebbe essere un match aperto, con tanti gol, come avviene nel finale di stagione".

Il tecnico bianconero si è poi soffermato sul possibile undici titolare e ha rimarcato la presenza dal primo minuto del totem Giorgio Chiellini e del rientro tra i convocati di Weston McKennie: "Chiellini domani gioca, lascia un'eredità pesante, è un calciatore straordinario.

(...) McKennie rientra, potrebbe giocare qualche minuto".

Infine il tecnico della Vecchia Signora si è soffermato sul futuro e soprattutto gli obiettivi per la prossima stagione: "Bisogna migliorare i risultati di questa stagione, ma la base da cui ripartiamo è buona. Bisogna lottare per tutti gli obiettivi a cui si partecipa".