In queste ore l'Inter ha messo a segno quello che probabilmente sarà il colpo più importante di questa sessione estiva di Calciomercato, il ritorno di Romelu Lukaku. Il belga è arrivato a Milano all'alba ed è pronto a riprendersi lo scettro di Re dopo un solo anno al Chelsea, in cui non si è ambientato. Operazione che sembrava quasi impossibile soltanto qualche mese fa e che, invece, ora è realtà. Una volta definito il ritorno del centravanti belga, la società nerazzurra adesso potrà dedicarsi a quello che è l'altro grande obiettivo, Paulo Dybala.

Il club lavora da tempo sulla Joya e per questo motivo difficilmente l'affare potrebbe naufragare, nonostante le difficoltà legate per lo più alle commissioni per il suo agente, Antun.

Inter, ora tocca a Dybala

L'Inter ha definito il ritorno di Romelu Lukaku in queste ore, ora le attenzioni si spingono tutte su Paulo Dybala. Una possibile accelerazione potrebbe arrivare nei prossimi giorni visto che la Joya è attualmente in vacanza e prima del 13 luglio non si aggregherebbe al ritiro, che comincerà ad Appiano Gentile dal 6 luglio. Per il belga c'era fretta di chiudere per usufruire del Decreto Crescita, cosa che non sarà possibile con il fantasista argentino.

Dybala arriverebbe a parametro zero, dopo essere andato in scadenza di contratto con la Juventus.

Con l'entourage ci sarebbe già una prima intesa sul suo ingaggio, un quadriennale fino a giugno 2026 a 5,5/6 milioni di euro più bonus. L'ostacolo è rappresentato dalle commissioni da riconoscere al suo agente, Antun, e il premio alla firma. Nulla di insuperabile, almeno sulla carta, visto anche il forte rapporto esistente tra l'amministratore delegato, Giuseppe Marotta, e lo stesso Dybala, visto che fu proprio il dirigente a portarlo alla Juventus nel 2015, acquistandolo dal Palermo per 40 milioni di euro.

Nel momento dell'addio alla Juve di Marotta, poi, i due si sarebbero ripromessi di tornare a lavorare prima o poi insieme.

Come può arrivare la svolta

Non solo l'accordo da trovare con l'agente di Paulo Dybala, visto che l'Inter deve risolvere anche il problema affollamento in attacco. Il primo ad uscire dovrebbe essere Alexis Sanchez, e proprio con la partenza del cileno può arrivare la svolta definitiva per l'approdo della Joya in nerazzurro.

Nei prossimi giorni è atteso a Milano l'agente del Nino Maravilla, Felicevich, procuratore anche di Arturo Vidal. Le parti si incontreranno per definire l'uscita di entrambi i giocatori e chissà che l'agente non possa portare anche qualche offerta per lo stesso Sanchez. In caso contrario, si cercherà un'intesa per liberarsi dei due cartellini, con una possibile buonuscita. Una volta andato via Sanchez, ogni giorno potrebbe essere quello buono per chiudere per Dybala.