Il Napoli, in questo mercato estivo, finora è stato protagonista soprattutto per le partenze eccellenti. Infatti sono andati via dei giocatori che in questi anni sono stati le colonne portanti della squadra, a cominciare da Lorenzo Insigne che si è trasferito in Canada, al Toronto. Dries Mertens è attualmente svincolato e alla ricerca di una nuova maglia, mentre Koulibaly è andato al Chelsea per circa 40 milioni di euro.

Nonostante ciò, la dirigenza punta comunque a lavorare per garantire un futuro solido al club. Il presidente Aurelio De Laurentiis, ospite di Radio Kiss Kiss, ha parlato del progetto stadio che è ripreso dopo le problematiche emerse con la precedente amministrazione comunale.

Il patron azzurro ha dichiarato che il nuovo sindaco di Napoli (Gaetano Manfredi), seppur juventino, è costantemente in contatto con lui per portare avanti il progetto di rifacimento dello Stadio Maradona, investendo dai 70 ai 200 milioni di euro per avere un impianto più moderno e funzionale.

Il presidente del Napoli è impegnato nel progetto stadio

"Con il nuovo sindaco di Napoli, che è una persona che, seppur juventino, non mi ha mai messo i bastoni tra le ruote, abbiamo creato un tavolo ben nutrito, dove tutti quanti svolgono il proprio ruolo nel rispetto reciproco". Queste le dichiarazioni di De Laurentiis, il quale ha lasciato intendere che sta andando avanti il suo impegno per avere uno Stadio Maradona completamente diverso da quello attuale.

Il proprietario del Napoli ha sottolineato come stia lavorando con il sindaco Manfredi per realizzare una struttura all'avanguardia, che diventi una sorta di asset per il club per i prossimi 99 anni.

L'imprenditore ha poi criticato la precedente amministrazione comunale, dicendo che avrebbe scartato due progetti presentati per l'ammodernamento del Maradona.

Nello specifico, De Laurentiis ha menzionato una richiesta di rifacimento della struttura di Fuorigrotta ideata dal dottor Chiavelli e per la quale la società partenopea avrebbe investito subito 20 milioni di euro. Subito dopo ha menzionato il progetto dell'architetto Zavanella, il quale in passato ha preso parte alla costruzione dello Juventus Stadium.

Il mercato del Napoli: Kim dovrebbe essere l'erede di Koulibaly

Sul fronte mercato, il Napoli potrebbe sostituire Koulibaly con Kim Min Jae. Il difensore sudcoreano verrebbe considerato il rinforzo ideale per la retroguardia della squadra partenopea. De Laurentiis sarebbe pronto a versare al Fenerbahce la clausola rescissoria da 20 milioni di euro.

Si starebbe cercando anche un attaccante, una sorta di vice-Osimhen. Potrebbe arrivare dal Verona Giovanni Simeone, che avrebbe un valore di mercato pari a circa 20 milioni.