La Juventus in questo Calciomercato estivo ha effettuato una cessione importante come quella di Matthijs de Ligt, trasferitosi al Bayern Monaco per circa 80 milioni di euro compresi i bonus, dopo tre anni trascorsi con la maglia bianconera.

Dopo aver lanciato frecciatine alla sua ex società e in particolar modo ad Allegri, de Ligt, ora ha deciso di nuovo di dire la sua in merito alla sua esperienza professionale alla Juventus. Nel corso di un'intervista alla testata giornalistica olandese De Telegraaf, il difensore ha voluto rettificare quella che, secondo lui, era stata interpretata come una critica fin troppo pesante ai bianconeri. Ci ha tenuto infatti a sottolineare che lui, con quelle parole, aveva voluto solo dire che per la Juve arrivare quarta per due stagioni consecutive non era sufficiente.

Il 23enne ha aggiunto di avere il massimo rispetto per la sua ex società e che quindi le sue parole sono state fraintese. Ha poi parlato dei due tecnici, Massimiliano Allegri e Louis Van Gaal (rispettivamente allenatore della Juventus e Ct della nazionale olandese) sottolineando che per la prima volta con loro non è stato considerato un titolare, a differenza di quello che era stato il suo passato, sia all'Ajax che nella nazionale olandese.

Matthijs de Ligt ha parlato di Allegri e Van Gaal

"In un’intervista ho detto che finire il campionato al quarto posto per due volte consecutive con la maglia della Juventus non mi bastava. Non è stata una critica alla Juventus ma solo un dato di fatto: avrò sempre il massimo rispetto per questa società", sono queste le dichiarazioni di Matthijs de Ligt in riferimento al clamore mediatico suscitato dalle sue precedenti interviste in cui aveva parlato dell'esperienza professionale alla Juventus.

Inoltre ha sottolineato: "Per me era solo un dato di fatto che nessuno poteva accontentarsi, che bisognava alzare l'asticella, me compreso".

Il giocatore ha poi aggiunto: "Per la prima volta in carriera, ho avuto due tecnici, con Allegri e Van Gaal, che non mi hanno inserito subito nella formazione titolare e non si sentivano sicuri nel farlo, a differenza di quanto mi era capitato prima".

Proseguendo: "Alla Juventus ho imparato che devi contare solo su di te".

Intanto Allegri elogia Bremer

Intanto, dopo l'esordio vincente in campionato della Juventus (3-0 sul Sassuolo) mister Max Allegri ha elogiato la prestazione del successore di De Ligt, ossia Gleison Bremer. Parlando del difensore brasiliano infatti il tecnico bianconero ha detto: "Mi sono meravigliato del suo inserimento, ha un buon piede ed è tranquillo nel giocare, ha fatto un'ottima partita.

L’ho richiamato solo una volta nel secondo tempo quando ha seguito fino a metà campo Berardi, in quelle situazioni devi mollare perché non succede niente (...) In area bisogna marcare, su questo lui è molto bravo, poi ha gamba ed è aggressivo".