La Juventus, nel match contro il Maccabi Haifa, ha rimediato un'altra sconfitta pesante e adesso la situazione in Champions League è compromessa. Ora i bianconeri dovranno almeno cercare di raggiungere il terzo posto nel girone per provare ad andare in Europa League. Al termine della gara contro il Maccabi Haifa, il primo a prendere la parola è stato il presidente Andrea Agnelli dopo di lui è stato il turno di Massimiliano Allegri. Il tecnico livornese, ai microfoni di Sky Sport, ha sottolineato di non aver mai pensato alle dimissioni: "Dimissioni?

Assolutamente no, una sfida quando diventa difficile è ancora più bella". Inoltre, Massimiliano Allegri ha deciso di prendere un provvedimento immediato e la squadra resterà in ritiro fino al derby di sabato 15 ottobre: "Fino al derby rimaniamo tutti in Continassa, penso che sia un atto dovuto verso la società, i tifosi e tutto l’ambiente".

Allegri parla dei problemi della Juventus

La Juventus, in questo momento, sembra essersi smarrita, ha perso la sua identità e i giocatori sembrano in grande difficoltà. Adesso, però, urge trovare un rimedio anche perché la stagione è solo all'inizio. Massimiliano Allegri, però, non è entrato più di tanto nei dettagli di questa crisi così profonda: "È difficile da spiegare, c’è solamente da fare silenzio".

Il tecnico livornese ha poi sottolineato che si gioca troppo a livello individuale: "Non è questione di scossa, ma di giocare da squadra. Giochiamo troppo singolarmente". Adesso, per la Juventus arriverà una sfida che non è mai banale e già nel passato i derby sono serviti a dare una scossa nei momenti di crisi. Infatti, nella stagione 2015/2016 i bianconeri persero contro il Sassuolo andarono in ritiro fino alla stracittadina e quella sfida venne vinta dalla Vecchia Signora.

Quel successo nel derby diede il via ad una rimonta che portò allo scudetto. Massimiliano Allegri, però, ha spiegato che non ci sarà molto tempo per preparare la partita contro il Torino: "Giochiamo troppo singolarmente, abbiamo tre giorni per preparare il derby e dobbiamo farlo da squadra". La Juventus deve ricompattarsi se vuole provare ad uscire da questa crisi così profonda.

Questa è una sfida difficile come ha sottolineato anche Massimiliano Allegri: "Una sfida quando diventa difficile è ancora più bella. Questo deve entrare nella testa di tutti. Dobbiamo uscirne con coraggio".

Parla anche Danilo

Quella di Haifa è stata una notte amara per la Juventus che adesso torna a Torino per preparare un derby che sarà infuocato. I bianconeri dovranno provare a dare delle risposte e la squadra, come ha spiegato Massimiliano Allegri, resterà un ritiro. Davanti ai microfoni sono andati anche alcuni giocatori e tra questi c'è Danilo che ha provato a spiegare cosa stia succedendo alla Juventus: " In questi ultimi tempi quando le cose vanno male ci nascondiamo e non vogliamo più giocare".