La Juventus nelle ultime partite disputate prima il dei mondiali si è dimostrata in buona forma, ma futuro professionale di Massimiliano Allegri sulla panchina della squadra piemontese passa comunque dai risultati che riuscirà a raccogliere la squadra bianconera da qui a fine stagione. Il contratto da 7 milioni di euro a stagione più bonus che il tecnico ha sottoscritto fino al giugno 2025, non agevola sul piano economico la società bianconera qualora a fine stagione dovesse optare per un esonero dell'allenatore livornese.

Dell'argomento ha parlato Francesco Oppini, opinionista sportivo e tifoso bianconero, che è stato intervistato da juventusnews24.com e ha sottolineato che secondo lui sarebbe possibile il ritorno di Antonio Conte dalla prossima stagione.

In tal caso ha suggerito al club torinese di cercare di definire subito il suo ingaggio per la stagione 2023-2024 per iniziare a programmare al più presto.

Secondo Oppini sarebbe possibile il ritorno di Conte dalla stagione 2023-2024

"Lo vedo possibile il ritorno di Conte. Dalle conoscenze che ho so che Antonio reputa la Juve come casa sua e prima o poi vorrebbe ritornare. Però se si perde tempo senza fargli un contratto subito per la stagione 2023-2024 rischiamo di rimanere nella stessa situazione", sono queste le dichiarazioni di Francesco Oppini nella recente intervista che ha rilasciato.

L'opinionista ha aggiunto che le soluzioni - a suo avviso - sono o tenere Allegri o invece affidarsi a un tecnico che possa ricostruire un nuovo progetto sportivo.

La soluzione ideale, in tal caso, potrebbe essere Conte, Spalletti o anche De Zerbi, che è bravo con i giovani e ha un'idea di gioco non attendista.

Più complessivamente Oppini ha individuato come problema della squadra bianconera quello della "mancanza di DNA juventino".

Il futuro di Allegri alla Juventus

L'eventuale conferma di Massimiliano Allegri per la prossima stagione sulla panchina della Juventus sembra passare quindi dalla vittoria di almeno una competizione in questa stagione, fra campionato, Coppa Italia ed Europa League.

Anche se il contratto che ha in vigore fino al 30 giugno del 2025 renderebbe particolarmente onerosa sul piano finanziario una eventuale decisione della Juventus di sostituirlo, in quanto in quel caso il club dovrebbe poi sostenere il pagamento delle stipendio di due tecnici per altre due due stagioni.