L'argentino Matias Soulé è sempre più la rivelazione della Serie A in questa prima parte della stagione. Il giocatore argentino di proprietà della Juventus, ma attualmente in prestito al Frosinone, in questi mesi sta prendendo per mano la squadra laziale neopromossa in Serie A, con gol, assist e prestazioni importanti a tal punto che hanno stanno contribuendo a una posizione di classifica al di sopra delle previsioni di inizio stagione, visto l'attuale 12° posto a +8 punti sulla zona retrocessione. Il futuro del giocatore argentino classe 2003 è sempre più legato alla Juve, considerando che ha un contratto in scadenza coi bianconeri a giugno 2026 (e ci sono rumor su un possibile prolungamento di contratto fino a giugno 2028, con incremento dell'ingaggio a 1 milione di euro annui).

La crescita di Soulé passa dalla Primavera, fino ad arrivare alla Next Gen e alla prima squadra

Matias Soulé venne ingaggiato dalla Juventus nel calciomercato invernale del 2020 dal Velez Sarsfield per circa 120 mila euro, i bianconeri batterono la concorrenza di alcune le big europee come Real Madrid e Bayern Monaco e si sta rivelando probabilmente come il miglior giovane passato dalla formazione Next Gen bianconera, dove ha giocato dal 2021 fino a inizio di questo 2023, prima di essere aggregato alla prima squadra di Allegri (con la quale ha totalizzato 15 partite e una rete). Poi nella scorsa estate è stato ceduto in prestito al Frosinone, dove ha segnato sei reti nelle prime 12 partite disputate in campionato, oltre a fonire diversi assist.

Nonostante non manchino le società interessate al suo acquisto (dall'Inghilterra arrivano ad esempio indiscrezioni relative all'interesse per lui da parte del Newcastle e del Tottenham, che sarebbero pronte a investire 25 milioni di euro), sembra praticamente certo è che l'argentino finisca la stagione attuale in Ciociaria, poi in estate la Juventus che lo riporterà alla Continassa in estate.

Il recente apprezzamento di Giuntoli su Soulé

Proprio riguardo al calciatore argentino, lunedì sera, sono arrivate le parole di stima da parte del Football Director della Juventus Cristiano Giuntoli, ospite all'evento dedicato al Golden Boy a Torino e organizzato da Tuttosport: "Soulé è un giocatore molto bravo, quello che sta facendo col Frosinone significa che il percorso che abbiamo segnato per lui sta dando buoni frutti. Speriamo che in futuro possa giocare nella Juve".