La situazione di Federico Chiesa alla Juventus rimane incerta, con il giocatore che prende tempo per decidere sul suo futuro. Come riportato da Tuttosport, l'ala offensiva bianconera è ancora in attesa di capire se ci siano concrete possibilità di trasferirsi nel campionato inglese, nonostante un Europeo che non ha certo incrementato la sua appetibilità sul mercato. La società bianconera, intanto, avrebbe già raggiunto un'intesa economica con la Roma, la principale pretendente italiana per Chiesa. La trattativa di mercato, valutata intorno ai 25 milioni di euro, permetterebbe alla Juve di ottenere un impatto economico positivo sul bilancio.

La Juventus valuta la cessione di Chiesa per agevolare l'approdo di Teun Koopmeiners a Torino

La Juventus vuole monetizzare dal cartellino di Federico Chiesa, consapevole che il giocatore è in scadenza a giugno 2025 e c'è il rischio che la prossima stagione lasci la società bianconera a parametro zero. Per questo ora si accontenterebbe di 25 milioni di euro, quando fino a qualche settimane fa si parlava di prezzo di 40 milioni. Sarà però il calciatore classe '97 ad avere l'ultima parola sulla cessione: in particolare andrà capito se Chiesa accetterà la destinazione giallorossa, nonostante la Roma non parteciperà alla prossima edizione della Champions League, o se preferirà restare in attesa di un'eventuale offerta dalla Premier League.

Nel frattempo, l'attenzione della Juventus è anche su Teun Koopmeiners dell'Atalanta. La cessione di Chiesa, insieme a un'altra vendita importante, potrebbe fornire i fondi necessari per arrivare al centrocampista olandese, che avrebbe espresso il desiderio di approdare a Torino. L'Atalanta, pur volendo accontentare il giocatore, non intende diminuire la richiesta iniziale di 60 milioni di euro.

La Juventus valuta anche altre cessioni oltre a Chiesa

La Juventus dovrà quindi necessariamente effettuare alcune cessioni nel Calciomercato estivo. Oltre al possibile addio di Federico Chiesa, anche, Dean Huijsen ha attirato l'interesse di varie società, in particolare Stoccarda, Borussia Dortmund e Bayern Monaco.

Non si scartano, però, altre cessioni.

Ad esempio quella di Arkadiusz Milik (che avrebbe estimatori in Premier League), di Weston McKennie e Filip Kostic (entrambi piacerebbero al Fenerbahce di Mourinho) e di Daniele Rugani, che nonostante un contratto firmato qualche mese fa fino a giugno 2026, potrebbe lasciare Torino.