La stampa del Regno Unito riferisce nuovi sviluppi sullo scenario della guerra in Iraq e in Siria. Una forza militare britannica composta dalle Sas (Special Air Service) e dalle Srr (Special Reconnaissance Regiment) è stata inviata in medioriente per svolgere missioni high tech con lo scopo preciso di catturare jihadisti con passaporto britannico. La notizia viene pubblicata dal giornale Mail on Sunday che scrive che Londra è vicina all'identificazione dell'assassino del reporter americano James Foley e che l'obiettivo numero uno della spedizione militare britannica è la cattura di "John il jihadista", come viene chiamato colui che ha decapitato Foley.

Peter Westmacott, attualmente ambasciatore del Regno Unito negli Usa, ha reso noto alla Cnn che sia la polizia che le agenzie di intelligence sono prossime ad identificare l'omicida del giornalista americano, cioè il boia che tutti abbiamo visto nell'angoscioso video messo in rete dallo Stato islamico.

Missioni high tech

Le forze speciali britanniche potranno identificare i terroristi con passaporto del Regno Unito intercettando i loro messaggi radio e utilizzando altre informazioni come il gruppo sanguigno, il Dna e le loro stesse voci.

Tutto sarà messo a confronto con dati già esistenti. Tutte le informazioni raccolte verranno spedite a mezzo di un portatile al Rivet Joint, un aereo-spia. All'interno ci sarà un gruppo di lavoro di 17 persone che svilupperà le informazioni raccolte per spedirle attraverso canali segreti al Gchq, quartier generale del governo per le comunicazioni segrete localizzato a Cheltenham. In questo luogo si procederà alle analisi delle informazioni per poi confrontarle con quelle contenute in una banca dati degli jihadisti combattenti in Iraq e Siria.

I risultati dell' indagine verranno poi rispediti alle forze speciali operative sul campo di battaglia.

Identificazione di John il jihadista

Intanto è stato individuato con esattezza anche il luogo dell' esecuzione di Foley: Raqqa, nord della Siria. Dunque, sta per avere un nome l' assassino di Foley? Sunday Times, altro autorevole giornale britannico, scrive che fonti governative assicurano che l'identificazione sarebbe già avvenuta e che il sospettato corrisponderebbe al nome di Abdel-Majed Abdel Bary, un ex rapper di Londra di anni 23, che sarebbe confluito con i combattenti jihadisti in territorio siriano.

Sempre la stampa inglese, questa volta The Indipendent, riferisce che l'identificato sarebbe il figlio di Adel Abdul Bary, un egiziano rifugiato che viene considerato un luogotenente di Bin Laden. Accusato nel 2012 di terrorismo in riferimento agli attentati alle ambasciate Usa in Africa nel 1998 venne estradato dal Regno Unito negli Stati Uniti . Sul Daily Telegraph il ministro britannico degli Interni Theresa May ha dichiarato che questi terroristi vanno assolutamente fermati per impedirgli di partire dal Regno unito alla volta di Siria e Iraq, usando tutti i mezzi a disposizione che la legge consente.

E rende noto un prossimo inasprimento delle misure volte a combattere le minacce dello jihadismo made in England.

Segui la nostra pagina Facebook!