Chi ha ucciso Elena Ceste? E' questa la domanda che continuano a porsi gli inquirenti ma anche molti italiani che, come mai prima di ora, si sono appassionati al giallo della mamma di Costigliole d'Asti. Programmi televisivi, pagine Facebook nate ad hoc e comitati sorti per chiedere giustizia continuano a discutere dell'argomento tra polemiche e interviste, più o meno veritiere. Non ultimo quanto accaduto nel programma di Barbara D'Urso balzato alle cronache per le recenti interviste ad ex amanti, veri o presunti di Elena Ceste che qualcuno afferma siano stati pagati per intervenire in trasmissione.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Anticipazioni Tv

Sulla questione comunque non ribatteremo oltre in quanto è assolutamente non pertinente nella ricerca della verità.

Elena Ceste, news del 24/11: chi poteva sapere che la donna non era in casa quella mattina

Ben più concreti nell'aiutare le indagini appaiono invece i programmi della fascia serale ovvero Chi l'ha visto, che anche mercoledì 26 novembre parlerà di Elena Ceste, e Quarto Grado, in onda tutti i venerdì sera su Rete 4.

Proprio dalla puntata della trasmissione condotta da Gianluigi Nuzzi tratterremo il punto di partenza per la nuova riflessione su quanto accaduto quella mattina nella casa di Motta di Costigliole d'Asti. Sappiamo infatti che Elena non aveva dormito bene perché molto preoccupata per i continui messaggi ricevuti e che quella mattina non si sentiva molto in forma. Per questo Michele Buoninconti si era offerto, in via del tutto eccezionale, di portare i bambini a scuola quella mattina consigliando alla moglie di restare a casa a riposare. Proprio durante la sua assenza da casa, secondo i racconti del vigile del fuoco, Elena Ceste sarebbe scomparsa per sempre.

Ma chi poteva sapere che Elena non si era recata a scuola quella mattina? Una persona controllava l'abitazione di Costigliole d'Asti per entrare in azione appena dopo la partenza di Michele Buoninconti? Difficile crederlo e, questa riflessione, sembra ancora una volta confermare che nessuno, tranne il marito, possa essere coinvolto nella tragica fine di Elena Ceste.

I migliori video del giorno

Solo l'allontanamento volontario o il suicidio potrebbero essere, da questo punto di vista, le ulteriori piste percorribili.