Ha chiesto al tribunale delle libertà di Catania la scarcerazione della sua assistita e non la concessione di misure cautelari meno afflittive come gli arresti domiciliari, l'obbligo di dimora, il divieto di espatrio l'avvocato Francesco Villardita, difensore di Veronica Panarello, 26 anni, siciliana, in carcere ad Agrigento con l'accusa di avere ucciso il 29 novembre scorso, a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, suo figlio Loris Stival, di 8 anni, e di averne poi occultato il cadavere in un torrente nei pressi del vecchio mulino del luogo: il corpicino del piccolo Loris - barbaramente ucciso forse dalla mamma che lo avrebbe strangolato con delle fascette di plastica - è stato poi ritrovato dopo un giorno di ricerche dal cacciatore Orazio Fidone.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Tecnologia

Delitto Loris Stival, ultime news, avvocato di Veronica Panarello: scarcerare mamma, non ci sono prove

Perché quella dell'accusa, secondo il legale della presunta infanticida, è "una ricostruzione senza nessuna prova", in quanto "basata soltanto su indizi" e, ha sottolineato l'avvocato Francesco Villardita, "priva del movente".

L'avvocato di Veronica Panarello ha chiesto con queste motivazioni la scarcerazione di Veronica Panarello e non ha presentato richieste subordinate ai giudici del riesame. L'udienza davanti al tribunale delle libertà di Catania si terrà a porte chiuse il 31 dicembre 2014. Per i giudici del riesame saranno sussistenti gli indizi di colpevolezza finora emersi a carico della presunta mamma infanticida di Santa Croce Camerina.

Caso Loris Stival, nonno paterno denuncia a polizia postale pagina Facebook 'Veronica innocente'

Nuove denunce e polemiche dalle ultime notizie sul giallo di Santa Croce di Camerina. Andrea Stival, il nonno paterno del piccolo Loris Stival, strangolato, forse dalla mamma, lo scorso 29 novembre, ha denunciato alla polizia postale gli autori del gruppo Facebook "Veronica Panarello è innocente", che vanta più di 1.100 iscritti in poche ore, chiedendone la rimozione immediata.

I migliori video del giorno

Ad annunciarlo è stato lo stesso Andrea Stival chiedendo rispetto per il dolore della famiglia mentre proseguono le indagini per fare piena luce sulla morte del piccolo Loris. "Avevo chiesto cortesemente - ha ricordato il nonno paterno di Loris riferendosi a un precedente commento postato su Facebook - di finirla con tutto questo cortile pubblico e di avere rispetto per le persone che stanno male.

Delitto Loris Stivali, notizie e polemiche: tra colpevolisti e innocentisti migliaia di commenti su Facebook

Sul social network Facebook - oltre alla pagina 'Veronica Panarello è innocente' su cui impazzano in queste ore le polemiche - si sono anche le pagine, segnalate dall'Ansa, intitolate "AndreaLoris. Veronica Panarello Stival non è un mostro" con quasi 3.500 mi piace e "Panarello Veronica comunità" con quasi 500 "like". Anche in altre pagine e nei commenti ai post e agli articoli pubblicati su internet sono migliaia i commenti sul giallo di Santa Croce Camerina, tra colpevolisti e innocentisti sulle presunte responsabilità di Veronica Panarello nell'uccisione del figlio Loris Stival.