Resta ancora irrisolto il caso di Elena Ceste, che ha sconvolto tutta Italia. Sono ancora un mistero le circostanze in cui la donna è morta, anche se pare che gli investigatori abbiano scartato l'ipotesi suicidio. Ma la soluzione tarda ad arrivare; l'unico indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere rimane il marito Michele Buoninconti. Quest'ultimo è stato interrogato tre giorni fa dai carabinieri di Asti, che hanno fatto irruzione nella sua casa di Motta di Costigliole, dove viveva con Elena Ceste

Ultime news Elena Ceste, Michele è stato interrogato per tre ore

Durante l'ultimo sopralluogo dei carabinieri, Michele Buoninconti è stato interrogato per circa tre ore; gli investigatori hanno cercato di fare luce sui momenti che precedono la scomparsa della donna.

Michele ha semplicemente confermato quanto già detto nelle scorse settimane; ha affermato che Elena Ceste gli avrebbe chiesto di andare a prendere i figli a scuola, dato che lei non si sentiva tanto bene. Inoltre, sono emerse delle dichiarazioni a dir poco agghiaccianti, che Michele avrebbe detto in tono di sfida agli inquirenti. A riportare queste indiscrezioni è il settimanale "Giallo"; Buoninconti avrebbe detto: "Non troverete nulla da quei quattro mucchietti di ossa". Si tratta di parole veramente molto forti, che Michele avrebbe pronunciato senza alcun rispetto e amore per la moglie. Naturalmente sono indiscrezioni che devono essere ancora confermate. Ma la svolta potrebbe arrivare dal telefono cellulare di Elena Ceste.

Ultime news Elena Ceste, il cellulare della vittima porterà alla risoluzione del caso?

Occorre ricordare che Michele Buoninconti ha dato due versioni sul cellulare di Elena Ceste; nella prima ha sostenuto di avere ritrovato il telefono dentro casa e di avere provato a telefonare alla moglie; una cosa alquanto strana.

I migliori video del giorno

Che motivo c'era di chiamarla se il cellulare era dentro casa? Successivamente Michele ha dato una seconda versione agli inquirenti: ha detto di avere trovato il telefono a casa, di averlo lasciato lì e di essere andato in cerca della moglie. Un racconto sicuramente più sensato e convincente. Ma saranno proprio queste contraddizioni ad inchiodare il marito di Elena Ceste?