Continuano le indagini per scoprire il colpevole della morte di Elena Ceste, la mamma di Costigliole d'Asti trovata senza vita in un canale lo scorso 18 ottobre. Sono veramente tanti i dubbi che permangono su Michele Buoninconti, marito della donna e al momento unico indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere. Per esempio, al settimanale "Giallo" ha dichiarato di avere letto gli sms della moglie prima che lei scomparisse, perchè la stessa Elena glieli aveva mostrati; ma quando è stato interrogato dagli inquirenti ha detto di avere spesso in mano il cellulare della moglie per leggere i messaggi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Ultime news Elena Ceste: troppe le contraddizioni di Michele Buoninconti 

Misteriosi sono anche alcuni atteggiamenti che Michele Buoninconti avrebbe assunto per sviare le indagini.

Possiamo citare il caso di Armando Diaz, un tale che a giugno telefonò a Barbara D'Urso per dare indicazioni al fine di trovare Elena; dietro quell'uomo si celava Michele Buoninconti? Oppure, possiamo concentrare la nostra attenzione su un messaggio misterioso che arrivò al medico di famiglia di Elena Ceste; l'sms diceva che la donna era stata trascinata per i capelli in chiesa da un uomo. Il messaggio fu inviato da una cabina telefonica di Angri, in provincia di Salerno, il paese d'origine di Michele Buoninconti. Perchè il marito di Elena voleva sviare le indagini degli inquirenti? Forse perchè il vero colpevole dell'omicidio è lui?

Ultime news Elena Ceste, Michele costrinse i figli a non dire nulla ai carabinieri sui suoi litigi con Elena

Sconcertante è anche il fatto che Michele obbligò i figli a non dire nulla ai Carabinieri sul fatto che lui e la moglie litigavano spesso.

I migliori video del giorno

Se i figli avessero parlato, infatti, lo avrebbero subito portato via. Tutti indizi che potrebbero essere molto rilevanti per dimostrare la sua colpevolezza nel delitto. Inoltre, un'altra contraddizione di Michele Buoninconti riguarda il comportamento di Elena Ceste prima della scomparsa. Il marito ha detto che era molto tranquilla, mentre il padre della donna ha totalmente smentito le parole di Michele, affermando che Elena, il giorno prima della scomparsa, era in preda al delirio.