"Veronica tornerà in libertà", è questo il commento fiducioso di Antonella Stival, zia del piccolo Loris Stival ucciso lo scorso 29 novembre, oggi (31 dicembre 2014) mentre è in corso davanti al tribunale delle libertà di Catania l'udienza che dovrà decidere sulla richiesta di annullamento della custodia cautelare in carcere dela mamma del bimbo, Veronica Panarello, accusata di omicidio volontario e occultamento del cadavere del figlioletto di 8 anni.

Omicidio Loris, Antonella Stival: 'Fiducia nei giudici del Riesame'

La mamma siciliana presunta infanticida oggi, accompagnata dagli agenti di polizia penitenziaria, ha lasciato il carcere di Agrigento per partecipare, al palazzo di giustizia di Catania, all'udienza decisiva per la sua scarcerazione: la decisione dovrebbe arrivare entro il 3 gennaio 2015: sarà annullata l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Ragusa su richiesta della procura della Repubblica? Intanto Antonella Stival, zia di Loris, continua a ritenere innocente la parente gravemente indiziata del delitto del figlio di 8 anni.

"Siamo fiduciosi nei giudici e nella giustizia. Veronica - ha ribadito - tornerà in libertà".

Delitto Loris, avvocato Davide Stival: 'Veronica potrebbe essere scarcerata'

"Ho il dovere di dirti che i giudici potrebbero anche scarcerarla". Cosi l'avvocato Daniele Scrofani, legale Davide Stival, il padre del bambino siciliano di 8 anni forse ucciso dalla mamma, ha detto al suo assistito mentre è in corso davanti al tribunale delle libertà di Catania l'udienza in cui in giudici dovranno pronunciarsi sulla richiesta di scarcerazione di Veronica Panarello. Richiesta di scarcerazione che il difensore della donna, l'avvocato Francesco Villardita, ha presentato senza chiedere subordinate come altre misure meno afflittive della detenzione in carcere: come per esempio la detenzione domiciliari, il divieto di espatrio, l'obbligo di dimora.

I migliori video del giorno

Davide Stival ancora non è andato a trovare la moglie in carcere e sembra non credere ancora nell'innocenza della moglie. Il suocero Francesco Panarello ha rivolta al genero un appello: "Veronica ti ama, non abbandonarla". Ma il suo legale ha detto che ancora Davide Stival non ha valutato l'ipotesi di andare a trovare Veronica in carcere. Attenderà la decisione dei giudici del tribunale delle libertà. La mamma siciliana presunta infanticida verrà liberata?

Delitto Loris Stival, opinione pubblica spaccata tra innocentisti e colpevolisti

In attesa delle ultime novità sul giallo di Santa Croce Camerina, su Facebook continuano "scontri" e polemiche tra innocentisti e colpevolisti. Diverse le pagine dedicate all'infanticidio sul social network, il nonno paterno di Loris ha denunciato nei giorni scorsi alla polizia postale quella chiamata "Veronica Panarello è innocente" su cui è accesso il confronto tra colpevolisti e innocentisti e dove sempre più persone sembrano convinte dell'innocenza della donna.

Posta Alessia Pulleroni: "Sino ad oggi (stando alle notizie diffuse) nessun elemento è certo per giudicare. Aspettiamo che si concludano le indagini prima di puntare il dito su una persona. Troppe cattiverie gratuite sta subendo questa donna solo per essere indagata". Aggiunge Daria Gri: "Una parolina di pietà nei confronti di un innocente di 8 anni strangolato e gettato via è chiedervi troppo? A voi interessa la verità sulla morte di Loris o interessa esclusivamente che la Panariello non venga condannata? Nella seconda ipotesi vi ricordo che stiamo parlando di un delitto e che non siano ad una partita di calcio in cui si tifa".