I riflettori continuano ad essere ben accesi sui casi di cronaca nera del momento, tra cui quello del piccolo Andrea Loris Stival, il bimbo di soli 8 anni trovato morto nel Ragusano. Al momento l'unica persona iscritta nel registro degli indagati e detenuta in carcere è la madre del piccolo Andrea, Veronica, che dal canto suo continua a proclamarsi innocente. Le news di oggi 17 dicembre circa la morte di Andrea Loris, ci riportano proprio alla lettera che la donna ha scritto dal carcere indirizzata a suo marito Davide, che nelle ultime settimane ha perso la fiducia che nutriva nei confronti della moglie, cominciando ad avere dei sospetti sulla sua innocenza in questa macabra vicenda.

La donna, rivolgendosi al marito ha detto di essere completamente innocente e di non aver ucciso suo figlio Andrea Loris: "Sai che mamma sono stata e quale affetto abbia avuto per i nostri bambini. E' un'atroce sofferenza la morte di Loris e la mia carcerazione: mi sento sola e abbandonata da tutti", ha scritto la donna nella missiva pubblicata questa mattina su diversi quotidiani e testate online.

Yara Gambirasio e Chiara Poggi: finalmente arriva la verità?

Al centro delle ultime news di oggi 17 dicembre vi è anche il caso della morte di Chiara Poggi, la ragazza uccisa a Garlasco, forse dal suo fidanzato Alberto Stasi: il caso di Chiara è tornato alla ribalta in queste ore, perchè proprio nella giornata di oggi è attesa la sentenza del processo d'appello bis contro Stasi.

I migliori video del giorno

Una giornata davvero molto importante per la famiglia di Chiara, che finalmente verrà a conoscenza della verità: Alberto Stasi è il vero assassino di Chiara? Il delitto di Garlasco sarà al centro della puntata speciale di Quarto Grado in onda stasera alle 21.15 su Rete 4. Ci sono delle novità importanti anche per quanto riguarda il delitto di Yara Gambirasio: stando alle news di oggi 17/12 le telecamere potrebbero incastrare definitivamente il presunto killer Massimo Bossetti. Dai filmati, infatti, è emerso che il furgone del muratore di Mapello si trovava nei pressi della palestra proprio il giorno in cui Yara è stata uccisa: Bossetti avrebbe girato per circa un'ora intorno al centro sportivo di Brembate per poi allontanarsi subito dopo l'uscita della giovane Yara dalla palestra, dove in seguito potrebbe essersi consumato il terribile omicidio.