Secondo la stampa albanese sarebbe stato diffuso un mandato di arresto internazionale per il cittadino albanese Genci Xhixha. Stando alle prime indiscrezioni la pista investigativa porta a sospettare che il ricercato sia in realtà il boss del narcotraffico noto con il nome di Carlos. A tale figura si sono riferite numerose testimonianze, in particolare di due colombiani arrestati in Albania per traffico di cocaina.

La ricostruzione della polizia parte da un maxi arresto effettuato a dicembre 2014 che ha portato al fermo di 7 cittadini albanesi e di due colombiani.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

L'organizzazione che potrebbe vedere a suo capo Xhixha introduceva in Albania cocaina proveniente dal Sud-america. La cocaina veniva tagliata e preparata per lo spaccio in tutta Europa in un laboratorio in provincia di Elbasan, ora sotto sequestro.

Secondo le testimonianze il soggetto individuato a capo dell'organizzazione di fa chiamare Carlos ma gli elementi indiziari fanno propendere la polizia a sospettare che in realtà Carlos e Xhixha siano la stessa persona. La polizia, inoltre, ha reso noto che il ricercato potrebbe trovarsi tutt'ora nel territorio albanese, dove riesce a nascondersi perché riceve protezione.

Xhixha vive da oltre 10 anni a Cuba, dove è sposato con una cubana e ha due figlie, stando al giornale albanese Gazeta Shqip. Secondo le testimonianze parla un perfetto spagnolo e il suo punto di contatto con l'Albania per quanto riguarda il traffico di cocaina sarebbe Ermal Hoxha, nipote dell'ex dittatore Enver Hoxha. Agli atti della polizia ci sarebbero anche intercettazioni telefoniche a testimonianza dell'organizzazione che vede complici con il ruolo di boss Xhixha e di esecutore degli affari in Albania Hoxha.

I migliori video del giorno

Il ricercato numero uno in Albania per traffico di cocaina, Xhixha, ha alle spalle un procedimento per riciclaggio di danaro sporco sfumato nel niente per mancanza di prove. Non è ancora chiaro se Carlos sia l'unico o principale capo dell'organizzazione, ma di certo c'è, secondo le forze dell'ordine albanesi, che egli è uno dei referenti principali per il canale con l'Albania.