Proseguono incessantemente le indagini per carcare di scoprire la verità sul caso di Yara Gambirasio, la tredicenne ginnasta di Brembate scomparsa il 26 novembre di cinque anni fa e ritrovata senza vita pochi giorni dopo. Si trova ancora rinchiuso nel carcere di Bergamo Massimo Bossetti, il quarantaquattrenne muratore di Mapello che è stato arrestato lo scorso 16 giugno con l'infamante accusa di avere ucciso Yara Gambirasio. Il carpentiere, però, continua a ribadire di essere innocente, nonostante siano emerse numerose prove a suo carico.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

Le ultime news si concentrano su un botta e risposta che hanno avuto Massimo Bossetti e la madre, Ester Arzuffi. La verità potrebbe emergere proprio da questo dialogo. Vediamone i dettagli.

Ultime news Yara Gambirasio, la svolta dal dialogo di Massimo Bossetti con la madre? 

Bossetti ha scritto una lettera alla madre nella quale la rimprovera di avergli mentito sulla questione legata all'illegittimità della sua nascita. Nella lettera, che è stata letta nell'ultima puntata di "Quarto Grado", il carpentiere dice di non avere ancora digerito alcuni comportamenti della madre Ester Arzuffi, la quale, naturalmente, ha voluto rispondere al figlio; nella sua lettera indirizzata a Bossetti, Ester Arzuffi dice che quello del figlio sarebbe solo uno sfogo. "Quello di Massimo è stato semplicemente lo sfogo di un momento, in realtà sono convinta che lui mi vuole bene". Pare comunque che neanche la madre di Bossetti creda alla sua innocenza: "La sua è situazione terribile", ha affermato la Ester Arzuffi.

I migliori video del giorno

Insomma, qualcosa non torna e il cerchio si sta stringendo sempre di più su Massimo Bossetti. Pare che la svolta sia nell'aria e potrebbe arrivare molto presto. Infatti, è di poche ore fa la notizia della clamorosa testimonianza del compagno di cella di Bossetti, diffusa nell'ultima puntata di "Mattino 5". Il detenuto ha rivelato che il carpentiere gli avrebbe confessato di avere ucciso Yara Gambirasio, aggiungendo anche che insieme a lui c'era un complice. La verità sul delitto della povera ginnasta potrebbe emergere tra pochi giorni.