Poseguono incessantemente le indagini per cercare di scoprire la verità sul duplice omidicio avvenuto lo scorso 17 marzo fuori dal Palazzetto dello Sport di Pordenone, dove hanno perso la vita Trifone Ragone, ventinove anni, e la sua ragazza, Teresa Costanza, di trenta. Sono ancora tanti i dubbi degli inquirenti, che stanno valutando ogni ipotesi possibile. La tesi più accreditata è quella di un movente passionale: Trifone Ragone avrebbe amato la figlia di un boss mafioso o di un uomo molto potente, e sarebbe stato punito.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

A sostenere questa ipotesi è il settimanale "Giallo", che si sta occupando molto a fondo di questo triste caso di cronaca nera. Tuttavia, gli inquirenti stanno scandagliando il passato delle due vittime; sia Teresa Costanza che Trifone Ragone conducevano una "doppia vita", dato che frequentavano assiduamente i locali notturni.

Intanto sono emerse notizie molto importanti sul caso, riportate dal sito "Urbanpost".

Ultime news delitto di Pordenone, clamorose novità dalle indagini: l'obiettivo del killer era Trifone Ragone?

La chiave del caso potrebbe risiedere nelle ore prima dell'omicidio; cosa fece Teresa Costanza prima di andare a prendere al palazzetto il suo fidanzato Trifone Ragone? Gli inquirenti stanno analizzando i filmati delle telecamere di sorveglianza di Pordenone e hanno scoperto che, dopo pranzo, Teresa Costanza tornò a casa sua, annullando un appuntamento di lavoro. Ne danno conferma proprio le immagini delle telecamere, che riprendono la ragazza mentre torna verso la sua abitazione a bordo della sua automobile, una Suzuki bianca. Gli inquirenti sospettano che l'assassino stesse pedinando la ragazza sin dalle prime ore di quel 17 marzo: sta prendendo sempre più corpo l'ipotesi che il primo obiettivo del killer fosse stato Trifone Ragone e non Teresa Costanza.

I migliori video del giorno

Dopo avere ascoltato vari testimoni, infatti, gli inquirenti sono arrivati alla conclusione che l'assassino avrebbe potuto uccidere la ragazza molto prima le 19-50, ora in cui è avvenuto il duplice omicidio. Trifone sarebbe dovuto essere punito? Gli inquirenti stanno battendo questa pista, la verità è vicina?