Prosegue senza sosta la girandola di novità riferita al caso di Elena Ceste, la donna di Costigliole d'Asti ritrovata senza vita nei pressi del Rio Mersa a soli 37 anni. Le ultime news sull'omicidio di Elena Ceste aggiornate ad oggi 16-04 si concentrano in particolare sulla posizione di Michele Buoninconti, marito di Elena ed unico accusato del delitto, che potrebbe essere sottoposto ad una nuova perizia psichiatrica. Chiaro a questo punto lo scopo della strategia difensiva che punta tutto sull'infermità mentale: se Michele fosse ritenuto incapace di intendere e volere la sua figura assumerebbe contorni di tutt'altra natura, con un'eventuale sentenza che non potrebbe non tenere in conto la cosa.

Chiara Girola, legale del Buoninconti, vorrebbe giustificare la richiesta di una nuova perizia basandosi sull'ultimo profilo psicologico tracciato dai periti esperti nominati dalla difesa che a proposito della personalità dell'uomo hanno parlato di disturbi di tipo ossessivo compulsivo.

Elena Ceste, news oggi 16-04: Michele incapace di intendere e volere? La nuova strategia dei legali dell'uomo

Come sottolineato in apertura, le ultime notizie sull'omicidio di Elena Ceste aggiornate ad oggi 16 aprile si concentrano in modo particolare sulla possibile perizia psichiatrica che i legali di Michele Buoninconti potrebbero richiedere in riferimento al proprio assistito. A questo punto il quadro appare piuttosto chiaro: l'idea è quella di far passare il delitto come fosse il frutto di un raptus partorito da una mente malata e instabile. L'incapacità di intendere e volere modificherebbe radicalmente la posizione di Michele in sede processuale con una pena evidentemente ridotta data l'instabilità psichica. Rammentiamo come l'ultimo profilo psicologico tracciato a proposito dell'uomo parli di una personalità profondamente disturbata che porta il Buoninconti a manipolare i propri familiari e a ragionare come si trattasse di cose di esclusiva proprietà personale. Elena di fatto era prigioniera in casa propria, nulla poteva avvenire senza che il marito lo sapesse e soprattutto senza che l'uomo approvasse.



Le ultime news sull'omicidio di Elena Ceste aggiornate ad oggi 16-04 non possono dunque non tornare ai comportamenti tenuti da Michele sin dall'inizio della vicenda giudiziaria che lo ha visto protagonista. L'uomo ha spesso tentato di far ricadere la colpa del delitto su altri, incolpando ad esempio un presunto muratore o asserendo, all'inizio delle indagini, di aver incrociato una macchina sospetta che si allontanava da casa sua il giorno della scomparsa di Elena. Come non ricordare poi alcune intercettazioni nelle quali si sente nitidamente l'uomo vantarsi di aver 'trasformato e raddrizzato Elena', un percorso lungo per il quale il Buoninconti asseriva di aver speso oltre 15 anni di vita. Comportamenti del genere mostrano certo una personalità disturbata ma anche atteggiamenti più lucidi: come spiegare altrimenti l'idea di far ricadere la responsabilità del delitto su altri individui? A questo punto non resta che attendere per seguire gli sviluppi futuri. Vi invitiamo a cliccare il tasto 'Segui' in alto a destra per rimanere aggiornati.