Non si ferma il terrore dell'Isis; i miliziani dello Stato Islamico, insieme ai soldati del Fronte di al Nusra, affiliati di Al-Qaeda, hanno assaltato il campo di Yarmuk, uccidendo almeno mille palestinesi e riducendo alla fame 3.500 bambini. Un terrore che sembra non avere fine; a Tikrit i miliziani dell'Isis hanno scavato 1,700 fosse comuni per i soldati iracheni massacrati. L'Unicef ha parlato di una "nuova Srebrenica". La triste notizia è stata riportata dal quotidiano "Il Giornale"; il campo si trova nei pressi di Damasco e i bombardamenti dell'Isis e dei militanti del Fronte al Nusra sono ancora in corso; le Nazioni Unite hanno chiesto che sia concesso l'intervento delle agenzie umanitarie.

Lo Stato Islamico ha preso possesso del campo e sta facendo vivere i rifugiati in condizioni assolutamente disumane. L'Isis ha diffuso online il video shock delle sue violenze in Siria: nel filmato si vedono  miliziani armati e con le bandiere nere simbolo dello Stato Islamico. Un sedicenne che si è salvato alla morsa distruttrice dell'Isis ha riportato una testimonianza shock: ha detto di avere visto i terroristi giocare a calcio con una testa decapitata. All'interno del campo ci sono almeno 3.500 bambini che rischiano la vita; al momento, secondo le ultime indiscrezioni, sarebbero ridotti alla fame e alla sete. Solo poche famiglie sono riuscite a salvarsi dalla tremenda violenza dello Stato Islamico e del Fronte al Nusra.

Altro video shock diffuso dai militanti dello Stato Islamico: decapitate quattro persone

Intanto, l'Isis ha diffuso su Internet un altro video-shock, che mostra la decapitazione di quattro persone in Iraq.

I migliori video del giorno

Questi uomini sarebbero stati giustiziati per rapina a mano armata e omicidio. Il filmato è stato girato a Ninive e i quattro uomini sono stati sgozzati con una spada. Ma l'orrore più atroce è quello di Tirkrit: sono state infatti trovate almeno 1.700 fosse comuni in cui sono stati sepolti i corpi di soldati trucidati lo scorso anno. Un orrore che appare infinito