Nell'ultima puntata del noto programma Rai Chi l'ha visto si è tornato a parlare del duplice caso di Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto, i due ragazzi originari di Caserta trasferitisi a Siracusa, per lavorare come badanti presso la casa di un anziano signore e mai più tornati; di loro non si sa più nulla. Fino al 12 Maggio del 2014, i due uomini chiamavano regolarmente le rispettive famiglie, ora, dopo più di trecento giorni di assoluto silenzio, gli inquirenti temono che possa essere successo qualcosa a questi due ragazzi. Quasi un anno è passato dalla loro scomparsa, e le famiglie dei due ragazzi sono da dieci mesi immersi in un incubo dal quale è impossibile svegliarsi.

Giovanna Sabatino, sorella di Alessandro, ha riferito questo alla giornalista Federica Sciarelli: "Reputo impossibile il fatto che mio fratello non telefoni a casa di sua volontà per oltre dieci mesi. Alessandro mi chiamava e tranquillizzava ogni giorno, dicendomi di non preoccuparmi di nulla. Dopo la sua scomparsa io e la mia famigli abbiamo cercato di indagare personalmente, magari con l'aiuto di amici e conoscenti, però non abbiamo scoperto niente".

Nicola, l'altro fratello di Alessandro ha poi aggiunto: "Già quando i familiari di Luigi ci dissero che lui ed Alessandro non erano più rintracciabili, noi ci eravamo subito allarmati. Fra poco saranno quasi undici mesi dalla loro scomparsa, quindi c'è timore che sia successo davvero qualcosa di grave. Io non penso che i ragazzi siano andati via da qualche parte, bensì c'è stato qualcuno che li ha fatti sparire".

I migliori video del giorno

Come già detto, nella casa in cui Luigi ed Alessandro dormivano e lavoravano c'era un signore anziano, il quale veniva accudito proprio dai due giovani, ed è proprio qua secondo molti il vero nodo della vicenda.

Parla il loro datore di lavoro

Il datore di lavoro di Luigi ed Alessandro ha riferito che i due erano andati via, in quanto erano sorti problemi tra lui ed i due ragazzi; il loro datore li avrebbe denunciati, in quanto i vicini avrebbero protestato per alcuni motivi. Durante un'intervista con gli inviati di Chi l'ha visto, quest'uomo ha dichiarato: "Alessandro e Luigi erano due ragazzi pacati, tranquilli ed educati, inizialmente ci eravamo trovati bene con loro, però avevamo in seguito notato delle cose che non andavano. Alcuni vicini ci avevano riferito il fatto che i due andavano in giro di sera ubriachi e chiedendo spiegazioni a loro, mi avevano infine confessato di avere alcuni problemi in famiglia". Le indagini intanto proseguono.