Le ultime notizie sui casi di Guerrina Piscaglia ed Elena Ceste riguardano le vicende giudiziarie cui sono sottoposti i due indagati per omicidio, rispettivamente padre Graziano e Michele Buoninconti. Le news si susseguono con una certa rapidità, ma un punto è chiaro: per l'omicidio di Elena Ceste, la battaglia in tribunale è ancora aperta e la difesa ha deciso di sfoderare tutte le sue armi, tramite la criminologa Ursula Franco. Per quanto riguarda Guerrina Piscaglia, invece, le indagini sembrano essersi arenate anche se tutto conduce alla Canonica di Ca' Raffaello e ai sui 'inquilini'.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

In quest'ultimo caso non è stato ancora trovato il corpo e quindi le indagini stanno proseguendo in maniera molto più lenta. Insomma, sembra difficile che per il momento si riesca a trovare la quadra sulla vicenda della casalinga di Ca' Raffaello.

La difesa in tribunale: ultime notizie al 28-07 sull'omicidio di Elena Ceste

La difesa di Michele Buoninconti ha deciso di sfoderare tutte le sue armi e le recenti dichiarazioni di Ursula Franco, criminologo dello staff difensivo di Michele, hanno chiarito su quali punti si sta giocando il processo al marito di Elena Ceste. Le ultime news rivelano, infatti, come la criminologa abbia raccontato quali siano gli scontri più importanti tra la difesa e l'accusa: in primo luogo, la difesa insiste sull'allontanamento 'volontario' - le perizie psichiatriche difensive mostrerebbero come Elena Ceste fosse affetta da grave psicosi e manie di persecuzione, e come avesse deciso di 'nascondersi' in un luogo appartato, in stato confusionale, per difendersi da queste persone, in quel luogo poi sarebbe sopraggiunta la morte per assideramento; in secondo luogo, la difesa insiste sulla causa della morte: le perizie dell'accusa non possono dimostrare l'indimostrabile e cioè che Elena Ceste sia stata uccisa per asfissia, tutto ciò che può essere dedotto dall'autopsia è che la donna sia morta o per assideramento o per asfissia - insomma la causa della morte non è stata, comunque, ancora accertata; infine, la posizione del ritrovamento del cadavere: la difesa insiste sul fatto che la posizione in cui è stato ritrovato è compatibile non soltanto con l'occultamento di cadavere (come vorrebbe l'accusa), ma anche con la morte involontaria per assideramento.

I migliori video del giorno

Ursula Franco è sicura che il confronto in tribunale sarà molto complesso e che non è detto che si giunga ad un verdetto di condanna.

Guerrina Piscaglia, ultime news al 28-07: il malore di Padre Graziano

Intorno al caso di Guerrina Piscaglia, le ultime notizie raccontano come l'incidente probatorio che si sarebbe dovuto tenere ieri 27 luglio è saltato a causa di un malore che avrebbe colpito padre Graziano, al momento l'unico sospettato di omicidio e occultamento di cadavere per il caso di scomparsa della casalinga di Ca' Raffaello. Ieri, infatti, avrebbe dovuto svolgersi un incidente probatorio dinanzi al gip tra il frate congolese, il cuoco etiope Dawit e il boscaiolo ghanese Romeo. A quanto pare, padre Graziano avrebbe avuto un malore in carcere, di cui resta sconosciuta l'entità, anche se non si dovrebbe trattare di nulla di particolarmente pericoloso o grave. Intanto, era assente anche l'etiope Dawit e sembra che l'incidente probatorio sia stato aggiornato al 29 luglio.

È tutto con le ultime notizie sui casi di Elena Ceste e Guerrina Piscaglia. Per aggiornamenti e approfondimenti sui principali casi di cronaca, cliccate su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo.