Non sembra proprio vero che ci troviamo in prossimità di ferragosto, e le condizioni meteo sembrano darne conferma. Il caldo africano che aveva invaso tutta la penisola è ormai un capitolo chiuso, e le correnti atlantiche stanno portando problemi e grandi disagi. A pagarne le conseguenze è soprattutto la Calabria, protagonista di inondazioni e valanghe di acqua. La situazione sta peggiorando soprattutto nella fascia ionica, dove le zone di Rossano e Corigliano Calabro sembrano quelle maggiormente colpite.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Già bella giornata di ieri l'Arpacal aveva lanciato l'allerta maltempo con criticità rossa per quelle zone, e nulla esclude che possa essere confermata anche nella giornata di domani.

Pioggia a dismisura

Continua a piovere con insistenza in tutta la zona dello Ionio Cosentino, e soprattutto nella fascia che comprende Rossano e Corigliano Calabro. In quest'ultimo paese, infatti, sono caduti ben 160 mm di pioggia, e continua ancora a diluviare. Nunerose trombe d'aria sono state segnalate anche su tutte le coste ioniche. La situazione è stata drammatica nella notte, quando tutte le coste della zona sono state invase da tuoni, fulmini e saette (che quasi squarciavano il cielo). Nella mattinata, fino agli ultimi aggiornamenti disponibili sul portale online meteoweb.eu, la situazione non sembra migliorare, e i temporali continuano senza lasciare tregua. Il cielo continua ad essere nero, come le terribili e fredde giornate d'inverno. 

Rischi per cose e persone

Le autorità competenti in materia consigliano, ovviamente, di evitare di recarsi in queste zone per evitare di restare vittime di qualche spiacevole incidente. Si teme per i danni che potrebbero essere causati anche alle cose (come case ed automobili parcheggiate).

I migliori video del giorno

La valanga di acqua che sta coinvolgendo la zona sta trascinando con se' anche vetture e tutto ciò che si trova per strada.

Da tutta la regione arriva un messaggio di sostegno e vicinanza per le persone che sono vittime di questi temporali. Per ulteriori dettagli, vi invitiamo a restare connessi con le nostre news cliccando sul tasto Segui in alto.