Siamo giunti ad un momento decisivo per quanto riguarda il caso di Marco Vannini, il ragazzo di soli vent'anni morto lo scorso 18 maggio a Ladispoli, nella casa della sua fidanzata. Il pm Alessandra D'Amore ha deciso di iscrivere nel registro degli indagati tutti coloro che si trovavano insieme al ragazzo nel giorno della sua morte, ovvero tutta la famiglia Ciontoli: Antonio, la moglie Maria, i figli Martina e Federico, e Viola, la ragazza di quest'ultimo. Siamo dunque giunti ad una clamorosa svolta nel caso di Marco Vannini: la soluzione di questo complesso giallo potrebbe essere molto vicina. Il ragazzo è morto per un colpo di pistola che gli ha conficcato un proiettile nella spalla, proiettile che poi ha raggiunto il cuore.

Il padre della ragazza di Marco Vannini, Antonio Ciontoli, sottufficiale della Marina, ha dichiarato di avere sparato per sbaglio, ma sono numerosi i dubbi da chiarire. Ecco tutte le ultime indiscrezioni sul caso di Marco Vannini. 

Ultime notizie Marco Vannini: il ragazzo poteva essere salvato?

C'è qualcosa che non torna su questo delicatissimo caso; infatti, dall'autopsia sul corpo di Marco Vannini, che ha ricevuto il proiettile intorno alle 23 e 15, è emerso che nelle ore successive allo sparo il ragazzo poteva essere salvato. E allora perchè così tanto ritardo nei soccorsi? Resta da capire lo strano comportamento di tutta la famigia Ciontoli, che chiamò i soccorsi ma mentì inspiegabilmente, dicendo che il ventenne si sarebbe procurato delle ferite con un pettine. Inoltre, in questi quattro mesi di indagini la famiglia Ciontoli si è dimostrata molto poco propensa a parlare e a chiarire ciò che realmente è accaduto a Ladispoli lo scorso 18 maggio, il giorno della tragica scomparsa di Marco Vannini, descritto dai suoi genitori come un ragazzo solare e sempre sorridente.

I migliori video del giorno

"Mio figlio ha sempre portato amore in quella casa, ora pretendo giustizia", ha detto la madre del ventenne. Infine, gli inquirenti non escludono che la famiglia Ciontoli abbia depistato le indagini, ma si tratta di indiscrezioni che devono ancora essere confermate. Non resta che attendere per scoprire la verità su questo triste caso.