Emergenza inondazioni sulla Costa Azzurra in Francia. Sarebbero almeno dodici le persone morte e sette disperse a causa delle piogge che hanno flagellato ieri sera la zona tra Nizza, Cannes e Antibes. Inondata anche la celebre Promenade des Anglais. Ponti crollati, diverse strade distrutte, interrotte alcune linee ferroviarie. Solo a Cannes - dove sono caduti 180 mm di pioggia, secondo quanto riferito dalle autorità locali della dipartimento delle Alpi Marittime - sono centinaia gli sfollati dalle case invase dall'acqua che il Comune sta provvedendo a sistemare in alloggi di fortuna.

Maltempo, inondazioni sulla Costa Azzurra: è un disastro, alluvione ' verso l'Italia'

A Nizza sono almeno 35.000 abitazioni rimaste senza corrente elettrica.

Black out anche in 14.000 case a Cannes. Risulta comunque Biot, vicino ad Antibes, a quanto pare, una delle località più colpite dalle inondazioni; qui tre anziani sono morti annegati all'interno di una casa di riposo. Secondo quanto riporta il quotidiano francese Le Monde il grosso della tempesta che si è abbattuta ieri sera in Costa Azzurra si è poi "diretta a largo, verso l'Italia". Di "situazione quasi dantesca" ha parlato oggi il sindaco di Cannes, Davide Lisnard, descrivendo la situazione sulla sua pagina Twitter.

Francia, il presidente Francois Hollande esprime cordoglio e profonda emozione

Il presidente Francois Hollande in un comunicato ufficiale e su Twitter ha espresso ieri sera "cordoglio" e "profonda emozione" e oggi si recherà nei luoghi del disastro insieme al ministro dell'Interno Bernard Cazeneuve.

I migliori video del giorno

"Stiamo facendo un bilancio dei danni, c'è ancora un lavoro di ricerca in corso. Ci sono dieci morti e sei dispersi (bilancio che sembra aggravarsi secondo le notizie dell'ultima ora, ndr). Spero - ha detto Eric Ciotti, presidente del Dipartimento Alpi Marittime - che non si aggravi ma sono molto preoccupato. Alcune persone - ha aggiunto - sono rimaste intrappolate nei garage sotterranei. Ed è molto poco probabile - ha detto Ciotti - che possiamo ritrovarle in vita".

Lourdes: bloccati dopo l'alluvione cinque treni bianchi con 2.500 italiani a bordo

"Purtroppo in nottata - ha detto in una conferenza stampa a Nizza il prefetto delle Alpi Marittime, Adolphe Colrat - abbiamo dovuto lamentare anche dei saccheggi nelle zone colpite dal maltempo. E' difficile garantire la sicurezza - ha commentato il prefetto - quando le forze dell'ordine devono dedicarsi alle zone sinistrate". Intanto, cinque "treni bianchi" dell'Unitalsi, con a bordo circa 2.500 italiani reduci da un pellegrinaggio a Lourdes, sono bloccati lungo la linea ferroviaria Francia-Italia a causa dell'alluvione. I pellegrini, tra i quali numerosi malati, alcuni in lettiga, stanno bene, secondo quanto ha riferito all'Ansa il presidente dell'Unitalsi Salvatore Pagliuca.