Dopo il blitz della polizia francese a Saint Denis, dove si erano nascosti alcuni dei terroristi che hanno partecipato alla strage di Parigi, sarebbe stato ucciso anche la mente del massacro avvenuto nella capitale francese lo scorso venerdì 13 novembre: Abdellhamid Abaaoud. A diffondere la notizia è stato il quotidiano "Il Giornale", che riporta le indiscrezioni del "Washington Post". Il terrorista, in un video, si era burlato della polizia europea, affermando di esserle più volte sfuggito. La notizia è arrivata dopo varie analisi (anche su tracce di Dna) effettuate sul posto dove sono avvenuti gli scontri tra la polizia francese e i terroristi dell'Isis, ma non è stata ancora confermata ufficialmente; è poi emerso che i sette terroristi arrestati avevano in programma un altro attentato terrroristico a Parigi, questa volta alla Defense, il noto centro economico sito nella parte ovest della capitale francese. 

Secondo i media Usa Abaaoud sarebbe morto 

La notizia della morte di Abdellhamid Abaaoud, la mente degli attentati di Parigi del 13 novembre, è stata riportata non solo dal "Washington Post", ma anche dal quotidiano fiammingo "De Standaard" (ricordiamo che Abaaoud è un ventottenne jihadista belga di origini marocchine), che cita fonti di intelligence.

Gli inquirenti francesi, comunque, stanno analizzando il Dna delle due vittime, al fine di stabilire se veramente si tratti del corpo di Abaaoud. Dunque, non sappiamo ancora se il responsabile degli attentati di venerdì scorso sia riuscito a fuggire o se sia stato ucciso. 

L'Isis minaccia l'Italia

Dopo gli attentati di Parigi, il terrore si sta diffondendo in tutta Europa; l'Isis, dopo avere rivendicato l'attacco alla capitale francese, ha minacciato altre città simbolo dell'Occidente: Londra, Roma e Washington. Nelle ultime ore, inoltre, i jihadisti hanno diffuso un nuovo video su Internet, nel quale mostrano la distruzione del Colosseo. "I cristiani ci hanno dichiarato guerra: il loro sangue non sarà risparmiato", è questo il messaggio shock con il quale si apre il video dell'Isis. Oltre a quella del Colosseo, i jihadisti hanno diffuso anche le immagini della Torre Eiffel e del Big Ben, ovvero gli altri due monumenti simbolo dell'Occidente che avrebbero intenzione di distruggere.