Arrivano sorprendenti novità al 26 novembre 2015 dalle indagini sulla morte dell'operaio Beppe Ghirardini, dipendente della fonderia Bozzoli di Marcheno: dopo che l'autopsia ha palesato la presenza di un involucro contenente cianuro nello stomaco dell'uomo, poco distante dal luogo del ritrovamento sono stati rinvenuti i residui di una seconda capsula, quella verosimilmente letale. A questo punto il mistero si infittisce. Qual è la relazione fra la scomparsa di Mario Bozzoli e la successiva morte del suo dipendente? La chiave del rebus è tutta lì. Vi ricordiamo che non si sa che fine ha fatto il telefono cellulare di Beppe Ghirardini. Conteneva messaggi compromettenti? Risulta importante la dura presa di posizione di alcuni operai della ditta.

Secondo loro Giacomo, figlio di Adelio Bozzoli (fratello nonché socio di Mario), sottraeva volontariamente materiale aziendale.

Contrasti

Sappiamo che Adelio aveva in animo di aprire un'azienda in proprio. La nuova fonderia sta sorgendo in località Bedizzole e avrebbe rappresentato una concorrente davvero temibile per la ditta principale. Sappiamo anche che Mario Bozzoli affermava di avere paura di andare in azienda: lo sostiene la moglie, con la quale doveva recarsi a cena proprio il giorno della scomparsa. A quella cena al ristorante Mario Bozzoli non sarebbe mai arrivato.

Suicidio o omicidio

Ghirardini era presente in fonderia la sera dell’8 ottobre 2015, giorno della scomparsa dell’imprenditore bresciano Mario Bozzoli, ed era addetto al forno che quella sera ebbe una fumata anomala.

I migliori video del giorno

Potrebbe essere stato coinvolto in qualche modo nell'omicidio o potrebbe essere stato scomodissimo testimone dell'accaduto. Nelle prime fasi dell'inchiesta si era ipotizzato un sequestro di persona ma poi gli inquirenti si sono convinti che Mario Bozzoli non uscì mai dalla fonderia.

Il Suv

Sotto esame i movimenti sospetti di un suv di colore blu notte, forse quello di Adelio, fermatosi davanti a un cassonetto. La vicenda di cronaca si è presto trasformata in un vero e proprio giallo che promette altre sorprese. Alcuni dipendenti della fonderia Bozzoli hanno spiegato ai colleghi della nota trasmissione tv "Chi l'ha visto?" di avere paura alla luce di quello che sta accadendo. Oltre a votare questo pezzo potete cliccare in alto, sul pulsante "segui" per restare costantemente aggiornati in merito.