Profezie sullo scoppio di un nuovo conflitto mondiale non arrivano certo solamente da Nostradamus, che in realtà nelle sue 'Centuries et propheties' del 1555, non scrisse mai 'terza guerra mondiale'. Nel momento in cui la sempre più prepotente minaccia dell'Isis ha portato la Francia ad avviare la sua lotta contro il terrorismo richiedendo l'aiuto militare della Russia, dell'Italia e della Gran Bretagna, proprio da quest'ultimo Stato arriva una particolare profezia, meno conosciuta e poco divulgata: l'accensione di un conflitto a causa dello stato islamico.

Pubblicità

Di cosa si tratta esattamente e quali collegamenti potrebbe avere con le numerose previsioni che in questi giorni si stanno diffondendo con la più attenta lettura dei maggiori profeti o apostoli del famoso medico e speziale del Cinquecento?

L'accensione della terza guerra mondiale

È stato ritrovato nel 2001, nell'abbazia di Pluscarden, sita a Elgin, in Scozia, il manoscritto anonimo in cui è presente la terribile profezia. Il complesso, fondato da Alessandro II di Scozia nel 1230, è il solo monastero medievale della Gran Bretagna ancora oggi abitato dai monaci benedettini.

Nel testo si predice che, a seguito dell'entrata del genere umano nel nuovo millennio, l'uovo, simbolo della fertilità, si romperà mentre il fico, simbolo di ricchezza e di Israele, si seccherà. La distruzione dell'uomo e della pianta del fico porterà un altro avvenimento: la falce di luna, che rappresenta l'Islam, brucerà le foglie. E proprio quest'ultimo fatto è stato interpretato come l'accessione del terzo conflitto mondiale per motivi religiosi, in cui l'Islam è il diretto protagonista. Quale sarà la risoluzione? Anche l'ultima parte del manoscritto dell'anonimo profeta va interpretata. Nel testo profetico si accenna all'arrivo dell'arcangelo Gabriele che dividerà il tronco in settanta parti; l'ultima di queste parti sarà suddivisa in ulteriori settanta granelli di polvere.

Pubblicità

Difficile fare un'interpretazione su numeri, persone o Stati a cui potrebbero riferirsi queste 'parti'. Al termine della suddivisione, il figlio de Grande Padre (potrebbe essere il Pontefice) dovrà indossare di nuovo i sandali e intraprendere la strada antica della Chiesa che percorre il mondo e che corrisponde alla sua stessa casa. Nel manoscritto dell'abbazia di Pluscarden non si fa riferimento all'uccisione del papa o all'ultimo pontefice, ovvero il 'papa nero' della profezia di Malachia, fatto quasi assemblato si faccia riferimento a Papa Francesco, unico a far parte dell'ordine gesuitico. Il preposito generale della Compagnia di Gesù è tradizionalmente chiamato 'papa nero'.

Vertice Hollande-Cameron, nuovi raid aerei in Siria

Il manoscritto profetico ritrovato nell'abbazia scozzese ci è venuto subito in mente anche a seguito delle notizie riportate questa mattina sul vertice Hollande-Cameron. Il presidente francese ha infatti richiesto l'aiuto dell'Inghilterra per aumentare gli attacchi su Raqqa. Il ministro inglese ha dichiarato che questa sera cercherà di ottenere l'approvazione del Parlamento di Londra per avviare una più salda partecipazione ai raid aerei in Siria.

Pubblicità

Dal canto suo Hollande ha affermato di avere intenzione di rafforzare i propri interventi militari verso la lotta contro il terrorismo, mirando a colpire gli obiettivi sensibili dei militanti Isis. Il presidente francese ha anche ricordato che già nel mese di settembre il governo aveva deliberato per un più massiccio intervento nella 'roccaforte dell'Isis' e che ora spetta all'Inghilterra prendere una ferma decisione sul suo impegno verso la lotta al terrorismo e il suo sostegno alla Stato francese colpito così duramente nella capitale parigina e a Bruxelles, che ancora resta blindata e alla ricerca della mente della strage, Salah, e un terzo kamikaze ancora non identificato dalle forze di polizia belga. Se desideri restare aggiornato sul caso di Parigi, clicca su 'segui', in alto a destra, e/o vota la news, cliccando sulle stelle a sinistra.