La procura belga aveva lanciato l'allarme di nuovi attentati e così è stato. Dopo due esplosioni all'aeroporto Zaventem, alle 8 del mattino, a distanza di un'ora sono esplose altre due bombe in centro, a Bruxelles, alle fermate di Metro Malebeek e Shumann, nei pressi delle istituzioni europee L'esplosione in aeroporto sarebbe avvenuta in prossimità del banco dell'American Airlines e della Brusseles Airlines.

Pubblicità
Pubblicità

Ciò risulta fondamentale anche per comprendere se davvero nel mirino ci siano obiettivi che inneggino al mondo ed alla cultura occidentale, al modo di vivere libero e spensierato che contempla anche la possibilità di viaggiare ed arricchirsi culturalmente. Il cuore dell'Europa è stato irrimediabilmente ferito da una bomba

A tre giorni dall'arresto di Salah Abdeslam

Non sembra essere un caso che la bomba sia scoppiata a soli tre giorni dalla cattura di Salah Abdeslam, ritenuto responsabile dell'attentato di Parigi.

Pubblicità

Si pensa che anche a Bruxelles si sia trattato di un attentato (ciò è stato anche confermato da fonti governative) in quanto sono state udite, prima dell'esplosione, delle frasi urlate in arabo per cui si ritiene che ad agire sia stato almeno un kamikaze. Un'esplosione assurda e senza senso che ha reciso le vite di undici persone (almeno questo sembra essere il numero dei morti al momento), ferendone venticinque.

Bomba nella zona degli uffici dell'Unione Europea

Al centro della città l'esplosione ha riguardato non solo la metro ma anche la zona degli uffici dell'Unione Europea, altro obiettivo sensibile, fulcro operoso della vita occidentale a Bruxelles. Alle 9:15 si è udito un enorme boato e diverse persone insanguinate sono state viste uscire dalla metropolitana. Secondo alcuni testimoni, sarebbe seguita un'altra bomba alla stazione Schumann.

Sono stati presi provvedimenti d'urgenza che hanno portato alla chiusura delle altre stazioni di Bruxelles mentre quella centrale è stata fatta immediatamente evacuare. Un incubo che ha coinvolto persone innocenti, attratte nel vortice di una fine illogica che non può che lasciare esterrefatti. 

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto