Come si chiama il fotografo degli extraterrestri? Ufotografo. Battute a parte, l’anno in cui stiamo vivendo potrebbe essere anche chiamato l'anno dell'UFO. Perché, almeno per ora, è caratterizzato da tantissime segnalazioni (in tutta Italia) che parlano di “oggetti volanti non identificati”: appunto Ufo. Addirittura il venti per cento in più rispetto allo scorso anno. E la Sardegna sarebbe una delle ragioni dove ci sono stati più avvistamenti: l’ultimo dato ufficiale conosciuto, fornito dall’Aeronautica Militare, è di 19 segnalazioni.

Pubblicità

Mentre proprio qualche mese fa, a febbraio nelle campagne di Zerfaliu (in provincia di Oristano), sicuramente un testimone assicura di aver visto un "oggetto volante non identificato" molto simile a un disco.

I dati raccolti dagli esperti

A mettere questi dati nero su bianco è stato il coordinamento documentario del Centro Ufologico Nazionale, la sezione fiorentina per l’esattezza, che proprio qualche giorno fa ha pubblicato l’ultima statistica delle attività “extraterrestri” che si son verificate dal primo gennaio ai primi dieci giorni di maggio di quest'anno. “La maggior parte delle segnalazioni – spiegano all’agenzia Adnkronos gli esperti del Centro Ufologico – si sono registrate a bassa quota.

Secondo i testimoni al di sotto dei 150 metri d’altezza. Quindi ben visibili. Dall’inizio dell’anno al 10 maggio – sottolineano – ben 33 casi in tutta la Penisola. E ben otto sono stati gli avvistamenti nelle immediate vicinanze”.

Gli ufo in Sardegna

Secondo i dati forniti dall’Aeronautica militare la Sardegna, con ben 19 avvistamenti, è una delle regioni più “frequentate” dagli extraterrestri. Al primo posto il Lazio con 43, a seguire Lombardia e Campania con 36. L’ultimo avvistamento nell’Isola è datato febbraio 2016 ed è avvenuto nelle campagne di Zerfaliu, un piccolo paesino in provincia di Oristano.

Pubblicità
I migliori video del giorno

Nelle testimonianze si legge, tra l’altro, che il primo a vedere uno strano oggetto volante, a forma di disco, fu un giovane di 17 anni che per paura però si nascose tra i cespugli. Il ragazzo riuscì a fotografarlo e la foto è disponibile su internet. Non è comunque il primo avvistamento avvenuto a Zerfaliu: secondo le numerose testimonianze gli "Ufo" si sarebbero fatti vivi per ben cinque volte nel giro di 4 anni.