Forse era un accumulatore seriale o forse, più semplicemente, era solo un grande programmatore ed anticipatore, l'anziano signore di Lecce che ha tenuto per anni la sua bara sotto il letto.Si, proprio così: una bara sotto il letto. Un fatto curioso quanto sconcertante e macabro. Ricorda un po' il personaggio di Libero nel film "Il Ciclone" di Leonardo Pieraccioni. Anche lui, come l'anziano pugliese, custodiva in casa la cassa dove voleva essere adagiato dopo il suo trapasso.

Che ci sia in giro tanta gente strana e stravagante non è certo una novità, ma sicuramente l'anziano signore di Lecce batte tutti.

Possiamo solo fare delle ipotesi sulle motivazioni che hanno portato l'uomo a compiere tale gesto: questioni economiche, scaramanzia, eccesso di zelo.

Crisi economica e costi dei funerali forse alla base del gesto

In seguito alla crisi economica, i costi dei funerali, anche quelli più semplici, hanno raggiunto delle cifre ragguardevoli, spesso insostenibili per delle famiglie che hanno delle difficoltà economiche e che non riescono magari a sbarcare il lunario.A causa di queste difficoltà infatti, molti anziani decidono di pensare per tempo al momento del trapasso, programmando con precisione certosina ogni piccolo dettaglio e risparmiando qualche soldo della loro già misera pensione per affrontare le spese funerarie.

Ma la cura e la solerte anticipazione dell'acquisto del leccese sono stati purtroppo vanificati. L'uomo muore improvvisamente e, come sempre accade in questi casi, i parenti più prossimi, ignari dell'esistenza del feretro, si sono occupati di organizzare tutto il necessario per accompagnarlo nell'ultima dimora.

Dopo i funerali arriva forse il momento più duro da affrontare per chi ha amato una persona: riordinare le sue cose.

E sarà sicuramente stato così anche per i nipoti dell'anziano signore che, secondo prassi, sono entrati nella casa del nonno e hanno iniziato a mettere a posto carte, suppellettili, mobili.

Una casa, una vita, tante emozioni e tanti ricordi. Giunti nella camera da letto dell'anziano, spostando il letto, fanno l'incredibile ritrovamento, che inizialmente li ha letteralmente lasciati senza fiato: una bara.Ma la cosa che ci domandiamo ora è: Cosa faranno di quella bara?

Ogni famiglia ha le sue tradizioni, magari quella di tenere la bara del nonno sotto il letto potrebbe essere la loro: macabra e al contempo stravagante.

Segui la pagina Lecce
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!