Tutti si ricorderanno cosa stavano facendo quando appresero dello schianto di due aerei contro le Torri Gemelle e di un terzo contro il Pentagono. Molto è stato detto e scritto a riguardo, e ancora oggi c'è chi dubita della cosiddetta versione ufficiale. Ma perché è così facile farsi affascinare da teorie del complotto, tanto da finire per crederci fermamente?Per capirlo meglio, proviamo a smontarne alcune.

Le ipotesi del complotto

Le TT sono collassate a causa di una demolizione controllata; lo schianto dei due aerei non poteva pregiudicarne la stabilità.

Pubblicità

In realtà il crollo delle torri è cominciato dall'alto, proprio nel punto degli schianti, mentre invece una qualsiasi demolizione controllata inizia dai piani inferiori per poi proseguire verso l'alto. Inoltre, per un'eventuale preparazione a un simile evento, non sarebbero certo bastate delle cariche esplosive posizionate qua e là (come si vede nei film) in posti strategici. Ci sarebbero volute settimane di intensi lavori per posizionare le cariche in mezzo alle strutture portanti, tirare chilometri di cavi e l'utilizzo di un numero elevato di operai. Il tutto senza che gli impiegati e le persone che ogni giorno frequentavano le TT si accorgessero di nulla.

Cosa dire, poi, dell'attentato al Pentagono: il foro sulla facciata nel quale si sarebbe infilato l'aereo era davvero troppo piccolo? Quindi in realtà il Pentagono fu colpito da un missile? No, questo è quello che i promotori delle teorie cospiratorie vogliono farci credere.Per non parlare dell'enorme motore di aeroplano ritrovato dentro l'edificio: chi volete che ce l'abbia messo lì? E senza che nessuno si accorgesse di nulla. 

E il volo United 93? Davvero non è mai esistito e il luogo dello schianto è stato maldestramente ricreato? Questa versione è facile da smontare: le persone che erano a bordo di quell'aereo non sono quindi mai esistite? E i parenti, gli amici, che hanno pianto la loro scomparsa erano tutti attori o persone pagate da qualcuno per mentire? Oppure le vittime sono esistite veramente ma sono state fatte sparire in un altro modo? Tutto questo è ridicolo, ovviamente. 

Perchè le ipotesi di complotto

Quindi, perché c'è gente che promuove queste teorie? La risposta è semplice: per vendere libri, pubblicazioni o documentari in DVD.

Pubblicità

Ben pochi, infatti, si faranno promotori della "verità" senza voler guadagnarci sopra.E perché è facile farsi convincere che la versione ufficiale non rispecchia la realtà degli eventi?Prima di tutto, come sempre avviene in eventi tragici, è sempre difficile credere che tutto sia avvenuto per caso o per una serie di sfortunate circostanze.  Bisogna quindi cercare dei colpevoli a cui dare la colpa, che non sono i terroristi di Al-Qaeda ma le autorità governative americane (la più grande potenza mondiale, ricordiamolo) che avrebbero dovuto impedirlo.Ma è proprio quello che è accaduto.

Poi c'è il fatto che, prese singolarmente, tutte le obiezioni alle versioni ufficiali sembrerebbero effettivamente legittime; ma osservando il quadro generale e, soprattutto, se si chiede l'opinione di gente qualificata, codeste obiezioni vengono smontate in poche righe. Anche tra i complottisti possono figurare sedicenti esperti, che però di solito non lo sono affatto; comunque non basta un pugno di (presunti) ingegneri che contestano il crollo delle TT per far sì che la versione ufficiale sia falsa.

Pubblicità

Le teorie del complotto riguardanti l'11 settembre sono dure a morire; è per questo che esistono dei siti in cui i dubbiosi possono informarsi per non lasciarsi ingannare.