L'ennesimo colpo di scena nel delitto Varani, messo in evidenza dal settimanale Giallo: Marco Prato, attualmente in carcere per l'omicidio di Luca Varani, chiede aiuto al padre. La conversazione è avvenuta durante uno dei primi colloqui a Rebibbia. Sembrerebbe che Prato chieda al genitore l'intervento di politici. Il detenuto lamenta la mancanza di termosifoni in cella e la presenza di finestre vecchie. Sottolinea, inoltre, di essere l'unico laureato su 130 persone rinchiuse in carcere e di non poter esercitare alcuna attività all'interno del penitenziario.

Inizia poi a citare alcuni agganci nel mondo della politica che potrebbero aiutarlo. Chiede infatti al padre Leonardo di contattare un politico del Partito Democratico, fino ad arrivare al capo di gabinetto di Franceschini. Qualcuno, secondo Prato, dovrà pur liberarlo dall'accusa di aver torturato a colpi di martello e pugnale Luca Varani. Spunta poi il nome di Franca Leosini, giornalista, a detta di Prato donna di sinistra che potrebbe aiutarlo. Infine, ecco il nome di un personaggio famoso e amato dal pubblico: Christian De Sica. Cosa c'entra il brillante comico con questa macabra vicenda?

Foto di De Sica senza veli per ricattarlo

Marco Prato sarebbe in possesso di foto sul cellulare che ritraggono Christian De Sica senza veli che potrebbero renderlo ricattabile qualora non si mobiliti per aiutare Prato.Tali foto sarebbero state inviate da Prato anche ad alcuni suoi amici in cambio di sesso e proprio costoro avrebbero dovuto ricattare l'attore.

De Sica ha affermato di conoscere Prato ma di non essere mai stato ricattato da lui. Tuttavia, il detenuto vorrebbe che christian de sica andasse a trovarlo in carcere per parlargli. Ma le strategie di Prato non finiscono qui; infatti sarebbe anche disposto a fingersi pazzo e si complimenta con i genitori per non avergli intestato alcuna proprietà che andrebbe sicuramente perduta in vista di un cospicuo risarcimento da versare alla famiglia Varani.

Oltre a foto compromettenti di vip, Prato avrebbe sul suo telefonino, a detta del complice Manuel, anche orrendi video di stupri.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!